Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 20 Gennaio 2020

41035

Una festa di musica e di sport, ma anche momenti di riflessione e solidarietà. Conad Sicilia e Trapani, un connubio di successo: piazza Vittorio Emanuele è stata per due giorni, durante il week end, teatro della decima tappa del “Grande Viaggio”, l’iniziativa itinerante voluta da Conad per incontrare le persone a casa loro, per raccontare l’Italia dei mille comuni e dei mille campanili, l’Italia delle persone e delle comunità. Decima delle 12 tappe (unica in Sicilia) di un tour che, dopo aver girato lo Stivale da Nord a Sud, si concluderà il 3 luglio a Caserta, la kermesse trapanese è stata l'occasione per parlare dello sviluppo della comunità attraverso sport, welfare, alimentazione, cultura, arte, musica, giovani e lavoro.
Grande attenzione da parte del gruppo Conad anche nei confronti degli anziani. Domenica, con un autobus sono stati accompagnati oltre 50 persone, da una casa di riposo alla casa comunale, per partecipare alle manifestazioni del Grande Viaggio Conad. Il gesto è stato apprezzato soprattutto dal sindaco di Trapani Vito Damiano, che ne ha elogiato l'iniziativa.
"L’attività sul territorio è fondamentale, non ci può essere una crescita sana e imprenditoriale senza il coinvolgimento totale di tutto il territorio circostante - sottolinea Natale Lia, direttore generale Conad Sicilia -. Il Grande Viaggio è uno degli esempi utili per integrarci sempre di più nel territorio”. Secondo Salvatore Abbate, presidente della cooperativa che - con 210 soci imprenditori - è leader della grande distribuzione in Sicilia, con un fatturato stimato di 800 milioni di euro e una quota di mercato del 15,2 per cento, “non siamo una catena di market in cui si vendono prodotti indistinti senza legami con la realtà nella quale operiamo. I nostri banchi e i nostri scaffali sono vetrine di ciò che di meglio offre il territorio”.

41039

Fitto il programma di questa due giorni: sabato, dopo il saluto di benvenuto da parte di Conad e delle istituzioni locali (presenti il sindaco di Trapani, Vito Damiano, e l’assessore al Turismo, Michele Cavarretta), il dibattito “Come ti comunico l’Italia”, dialogo tra Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad, e il giornalista Carlo Freccero. In mezzo, cibo (degustazione gratuita curata dalla Compagnia degli Chef) e tanta musica: sul palco i “Solisti del Sesto Armonico”, diretti dal maestro Peppe Vessicchio; quindi la musica e le note dei Buscaja con “Fred Forever” a concludere la serata. Due appuntamenti paralleli nella mattinata di domenica. In piazza, spazio allo sport e al divertimento, con il coinvolgimento di associazioni sportive locali, squadre e singoli atleti a cura della UISP Trapani in collaborazione con US Acli e UISP che hanno realizzato il progetto nazionale. Inoltre, Ecopneus ha messo a disposizione del Grande Viaggio delle pavimentazioni sportive ad hoc (campo da calcetto e pavimentazione sportiva antitrauma) realizzate dalle aziende Promix, Ecoplus e Italgreen utilizzando gomma riciclata proveniente dai pneumatici. A seguire “Con Conad c’è Musica in città!”: i Solisti del Sesto Armonico, sempre diretti da Vessicchio, hanno suonato per gli ospiti dei centri anziani presso la Sala Consiliare del Comune di Trapani. Spazio anche alla scuola di cucina, curata dalla Compagnia degli Chef, con mamme e bambini con merenda in piazza. E poi ancora musica, cibo e dialoghi prima del gran finale con Gene Gnocchi e il suo “Gnocchi al peperoncino”. Riassume così Giovanni Anania, direttore Marketing e Rete di Conad Sicilia: “La nostra organizzazione vuole far vedere a tutto il territorio, ai consumatori, alla propria gente, che noi viviamo la comunità in un senso positivo. Quello di Trapani è un evento unico e senza eguali in tutto il territorio siciliano”.

41042

«La Coast cup assume meritatamente una connotazione europea con la partecipazione  del team spagnolo “Pilaristas Madrid” a questa dodicesima edizione che si prospetta già come una manifestazione di valido confronto sportivo, come ha dimostrato di essere in tutti questi anni La serietà e professionalità  degli organizzatori è una garanzia per le società del volley siciliano, italiano e adesso anche di alcuni paesi europei: ai tanti atleti ed ai loro accompagnatori, sono davvero molto lieto di dare il benvenuto a Castellammare. La Coast cup non è solo un momento di sana competitività sportiva ma anche un mezzo importante per far conoscere il nostro territorio-affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore Marilena Barbara-. Ogni edizione della Coast cup è una vera grande festa dello sport con un pubblico numeroso che segue le sfide delle tante squadre che gareggiano sulla soffice sabbia della spiaggia cittadina. Proprio per questi motivi è ormai un prestigioso appuntamento di beach volley che la nostra città è lieta di sostenere». Riservata alle categorie under 14,16 e 18 femminili e 15, 17 e 19 maschili della federazione italiana pallavolo, in programma dal 6 al 9 luglio, la manifestazione di sand volley giovanile offrirà ad atleti e familiari al seguito l'opportunità di una vacanza sportiva unica nel suo genere. Organizzata  dall'A.D. Polisportiva Castellammare e dall' A.P.D. Coast Cup Team con il patrocinio ed il supporto del Comune di Castellammare del Golfo, l'attesa kermesse avrà la sua base operativa nel lido Peter Pan alla spiaggia Plaja. A sfidarsi sulla sabbia del lungomare castellammarese quest'anno ci saranno diverse realtà sportive italiane nonché il team spagnolo del Pilaristas Madrid che partecipa con due squadre. Su www.coastcup.it tutte le informazioni utili alla partecipazione.
Nella foto allegata: il team spagnolo del Pilaristas Madrid

papirolandia

Bando di assegnazione per il “Papiro” bene confiscato alla mafia in Contrada Guidaloca. L’amministrazione comunale ha pubblicato l’avviso pubblico per l’affidamento e c’è tempo fino al 17 giugno per partecipare. L’immobile, che si trova sulla spiaggia di Guidaloca, è stato trasferito al Comune nel 2004.  Lo scorso anno l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicolò Coppola ha revocato l’affidamento del bene confiscato alla mafia all'associazione “Jus vitae” poiché non più in condizione di gestirlo. Sull'immobile era già stato pubblicato un primo avviso di affidamento nel 2015 al quale non ha partecipato nessuno. Per individuare il soggetto cui assegnare in uso, a titolo gratuito, il bene  sono stati riaperti i termini di gara e indetta la selezione e approvato il secondo avviso pubblico. Ma anche per il secondo avviso pubblico non è pervenuta alcuna domanda di partecipazione.

«Dopo la revoca della concessione di utilizzo del bene confiscato a Guidaloca all'associazione che non poteva più occuparsene, abbiamo predisposto il primo bando per l’affidamento. Nessuno ha partecipato e, riaperti i termini, non è cambiato nulla. L’ex “Papirolandia”-afferma il sindaco Nicolò Coppola-  è un patrimonio di cui la collettività deve poter disporre ed è interesse pubblico assegnarlo. L’amministrazione, di fronte a due tentativi di gara andati deserti, ha deciso di indire un’ulteriore gara pubblica dando mandato al segretario generale Piera Mistretta di predisporre l’avviso. Invitiamo Enti ed associazioni a partecipare perché si possa nuovamente disporre di questo bene e restituirlo alla nostra città».

Con delibera commissariale del 2007 è stato approvato il regolamento per la disciplina della concessione di beni immobili confiscati alla mafia che prevede tra le altre cose che nel rispetto dei principi di “trasparenza,concorrenza e parità di trattamento”, i beni possono essere assegnati dalla giunta comunale su proposta del segretario generale “a comunità, ad enti, ad organizzazioni di volontariato, a cooperative sociali, comunità terapeutiche…”  con un contratto di comodato di uso gratuito che non può avere durata inferiore ai 30 anni. Le associazioni e gli enti interessati entro il 17 giugno possono far pervenire le istanze secondo le modalità del bando di selezione

http://www.comune.castellammare.tp.it/avvisi/af/avviso_bene_confiscato_det_841_istanze.pdf

Dettagli ed informazioni nella home page del sito internet del Comune, all’indirizzo:  www.comune.castellammare.tp.it

 

«Consultabile online il programma delle manifestazioni estive. Nella prima pagina del sito www.comune.castellammare.tp.it, si potrà visionare il programma cliccando sull'evento per conoscerne i dettagli». Il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura e Turismo Marilena Barbara affermano che «la realizzazione del programma, che a breve sarà distribuito anche in opuscolo cartaceo, in considerazione delle difficoltà economiche affrontate da tutti gli enti locali ha richiesto un grande impegno organizzativo. Quest’anno, inoltre, sono previste attività celebrative dei 500 anni dalla fondazione di Castellammare unitamente al riconoscimento del titolo di città. Due eventi- proseguono il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore Marilena Barbara- che intendiamo legare a nostre caratteristiche storiche come i granai, l’utilizzo del grano e degustazioni di prodotti tipici. Inoltre ricorderemo i nostri concittadini emigrati negli States, in cerca di lavoro e fortuna, con il film documentario di Claudio Colomba "partiti per la Jobba". Una sala del palazzo di città, da poco restaurata, sarà intitolata al cinquecentenario ed ospiterà attività culturali. Tante le associazioni che hanno contribuito alla realizzazione del programma. Le ringraziamo perché le scarse risorse disponibili impongono sinergia e collaborazione da parte di tutti. Speriamo di arricchire ancora il programma con altre proposte di chi vorrà contribuire poiché le manifestazioni si protrarranno fino ad ottobre inoltrato».

Il programma «è stato avviato a maggio con il festival della filosofia che ha visto la presenza di Serge Latouche, la quarta edizione del premio “Mediterraneo packaging” e si concluderà a fine ottobre. Predisposte varie attività culturali, musicali, mostre, concerti, presentazioni di libri, passeggiate archeologiche, rappresentazioni teatrali, cabaret, festival letterario con la presenza di Valerio Magrelli, Michela Murgia, Marcello Fois, Giorgio Vasta, Evelina Santangelo, Fabio Stassi  -proseguono il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura e Turismo Marilena Barbara-. Per fare un esempio spaziamo da Alessio Bernabei, che sarà all’arena delle rose il 23 luglio, alla grande Carla Fracci, il 28 luglio, sempre all’arena delle rose. Poi notti bianche e manifestazioni enogastronomiche, musical e defilé, eventi sportivi come la Coast cup ed i festeggiamenti per la nostra Patrona, Maria Santissima del Soccorso, ad agosto. Quest’anno il programma non si conclude a settembre con l’atteso e collaudato concorso di cortometraggi “Cici film Fest”: fino ad ottobre -concludono il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore alla Cultura e Turismo Marilena Barbara- sono previsti appuntamenti come “Filo in festa” e manifestazioni legate al cinquecentenario».

recupero ancora 2

«Un altro importante ritrovamento che ha grande valenza culturale, storica ed artistica. Ringraziamo l’associazione “SiciliAntica”, la capitaneria di porto, la lega navale e tutti coloro che hanno reso possibile il recupero dell’antico ceppo di ancora in piombo, che sarà poi esposto al castello arabo normanno con gli altri reperti, almeno altri 4, ritrovati in questi due anni di intensa attività dall’associazione. “SiciliAntica” opera a titolo di volontariato, restituendoci alcuni dei tanti tesori custoditi nel nostro mare». Lo affermano il vicesindaco Salvo Bologna e l’assessore alla Cultura Marilena Barbara,  dopo il recupero, avvenuto questa mattina, di un ceppo d'ancora in piombo, di epoca romana, ritrovato e recuperato in zona “Punta pedale”.
L’ancora, alta circa 17 centimetri, lunga 133 e del peso di circa 120 chilogrammi, è  stata trasportata a terra dal pontile della lega navale che ha messo a disposizione la sede. Recuperati anche tre puntali e un collo d’anfora. I sommozzatori dell’associazione “SiciliAntica” avevano individuato il sito di interesse archeologico e dopo la segnalazione, la soprintendenza del Mare ha effettuato un’indagine subacquea. Roberto La Rocca e Antonella Testa, dei Beni Archeologici della soprintendenza del mare,  hanno coordinato e condotto le operazioni di ricognizione poi è stato programmato il recupero del ceppo d’ancora romana in piombo, avvenuto oggi. «Il buon esito di tali operazioni -ha spiegato il presidente di SiciliAntica, Ignazio Sottile-si deve alla nostra costante collaborazione con la locale sede della capitaneria di porto. Un ringraziamento  a Sandro Curatolo che con il suo catamarano ha garantito l’assistenza in mare».

Recupero ancora romana

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI