Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 15 Ottobre 2021

Boom di presenze a valle dell’Acate per la manifestazione cantine aperte

DSCN0271

 

Un tour tra 400 botti nella nuova barricaia e lungo il moderno impianto di produzione del vino. E poi degustazioni guidate, laboratori del gusto, piatti della cucina siciliana e prodotti del territorio grazie all’ottimo abbinamento “food & wine” con i vini più pregiati accostati a salumi e formaggi tipici, per poi concludere in bellezza con dolci e parfait al pistacchio. Oltre 1000 persone, dalle 10 alle 17 di ieri pomeriggio hanno affollato la cantina Valle dell’Acate in contrada Bidini, nel territorio di Acate, aperta in modo speciale per festeggiare i venti anni della manifestazione “Cantine Aperte”. L’azienda Valle dell’Acate era l’unica “cantina aperta” della provincia di Ragusa ed è riuscita ad attirare un variegato pubblico di estimatori, appassionati del vino ma anche semplici consumatori che hanno riscoperto per un giorno il piacere dello stare insieme all’aria aperta immersi nelle verdeggianti campagne coltivate a vigneti su una superficie di 100 ettari. Da queste terre ogni anno si producono 450 mila bottiglie di vino che raggiungono i consumatori di tutto il mondo. E quella di oggi è stata una giornata di festa con il “wine tasting tour” che ha previsto degustazioni dei vini pregiati di Valle dell’Acate, dal Cerasuolo di Vittoria Docg al Nero D’Avola, dal Frappato Doc di Vittoria all’Inzolia, in abbinamento a ricotta, focacce, olive, formaggi, anche di bufala, salumi. Il piacere della tavola abbinato al gusto dei vini rossi e bianchi nati da pregiati vitigni autoctoni e lasciati riposare a lungo o passati in barrique. Nella corte delle “Case Jacono” e nell’antica cantina divenuta un museo, c’erano anche la mostra fotografica di Maurizio Cugnata, le sculture di Arturo Di Modica (tra cui una riproduzione in scala del famoso toro di Wall Street), i quadri di Arturo Barbante, le tele del cantastorie Giovanni Virgadavola, le ceramiche di Caltagirone di Ruscica, i dolci di Sfizie e Delizie, i formaggi di Cibus e di Bubalus, i salumi di Chiaramonte e tante altre aziende del territorio arrivate per esporre le migliori produzioni locali. Si è svolto anche un partecipato mini corso di degustazione con 5 vini di Valle dell’Acate (Bidis, Zagra, Cerasuolo, Frappato, Rusciano) realizzati direttamente all’interno della barricaia, tra le capienti botti riempite di buon vino, nettare degli dei e, ormai da secoli, anche degli uomini.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI