Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 13 Novembre 2019

Chiaramonte Gulfi - La devozione alla Madonna di Gulfi

Una devozione che non solo affonda le radici nel passato più lontano ma che si trasmette, di generazione in generazione, sin da piccoli. Un vero e proprio atto di fede, consolidato dal passaggio tra padre e figlio, quello che la comunità dei credenti chiaramontani consuma, di anno in anno, nei confronti della propria “Patrona principale e Regina”, Maria Santissima di Gulfi. Un messaggio che, ieri sera, in Chiesa madre, al termine della funzione religiosa celebrata nell’ambito della “Giornata dei pastori”, è stato rilanciato da tutti i giovanissimi che si sono cimentati nel laboratorio teatrale proposto da Marta La Terra la quale ha fatto rivivere, con la collaborazione degli studenti delle scuole chiaramontane, il mito e la leggenda della Madonna di Gulfi. “E’ da qualche settimana che ci lavoriamo – confida la giovane attrice e regista teatrale – abbiamo cercato di proporre una storia che a Chiaramonte tutti conosciamo con un taglio nuovo ma soprattutto semplice, di percezione immediata. Abbiamo, in particolare, cercato di fare comprendere quanto forte e radicato sia il legame, sin da bambini, esistente tra la comunità chiaramontana e la propria Patrona. Non è un caso che, a seguire questo laboratorio, siano stati chiamati i ragazzini di tutte le parrocchie del centro montano. E poi abbiamo chiesto la collaborazione degli istituti scolastici presenti nel nostro comune”. Ogni studente, infatti, ha letto, al termine della fase teatrale, una parte del tema che, durante l’anno, era stato svolto e avente ad oggetto la propria percezione dei solenni festeggiamenti in onore di Maria Santissima di Gulfi. “Un’operazione interessante di recupero della memoria – ha commentato il parroco del Duomo, l’arciprete Giovanni Nobile – soprattutto perché, quando si è piccoli, si ha l’opportunità di recepire meglio determinati valori. Gli stessi che, qui a Chiaramonte, i genitori cercano di trasmettere ai propri figli”. Intanto, continuano senza un attimo di tregua le iniziative religiose programmate per questi giorni. Domani, sabato 21 aprile, è la Giornata dei commercianti. Alle 11 la santa messa sarà presieduta da padre Salvatore Azzara e animata dal gruppo “Padre Pio da Pietrelcina”. Alle 21,30 la veglia mariana mentre alle 22,30 si terrà la suggestiva fiaccolata notturna con la reliquia della Madonna verso la chiesa di San Filippo. In notturna, è prevista la realizzazione dell’Infiorata a cura dei ragazzi di Chiaramonte.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI