Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 21 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:793 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1449 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:978 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1676 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2431 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1944 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1934 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1885 Crotone

Cheese Art: dalla Mongolia in Sicilia una produttrice per parlare del formaggio

Dalla lontana Mongolia a Ragusa, nel sud-est della Sicilia, per partecipare a “Cheese Art 2012”. E’ il caso di Ser-Od Tsetsgee, direttore esecutivo dell’associazione mongola per la ricerca lattiero casearia. Un omologo del Corfilac, se vogliamo, nel Paese orientale anche se qui i passi in avanti da compiere sono ancora parecchi. “E’ grazie alla collaborazione con un professore svizzero – dice Tsetsgee – che, nel 1994, sono stata introdotta alle tecnologie di produzione casearia. La passione è diventata sempre più grande sino a diventare una ragione di vita dal punto di vista professionale”. Due i formaggi tradizionali della mongolia, il byaslag e l’aarul, che possono contare su una particolare composizione proteica. “Formaggi tradizionali – ha spiegato Tsetsgee – realizzati grazie all’apporto di cinque tipi diversi di latte, tra cui anche quello di yak che vive nell’altopiano del Tibet”. Tsetsgee ha lavorato per la Fao e, in seguito, con il Governo del suo Paese. Attività grazie alle quali ha maturato un'esperienza specifica. “La mia presenza a Cheese Art – conclude – fa parte di questo percorso. Anche perché, così come abbiamo visto, i formaggi, le produzioni di qualità in genere, possono unire, nel mondo, più di qualsiasi altra cosa. Il cibo ha una sola lingua”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI