Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Teatro, 2300 persone per Enrico Guarneri

Tante risate, tanto divertimento. Era incredibilmente pieno ieri sera il teatro all’aperto allestito nel parcheggio dell’Iper Le Dune a Ragusa. Tutti occupati gli oltre 2000 posti a sedere. La 6° rassegna “Teatro dell’Iper” si è chiusa anche quest’anno con un bravissimo attore, affezionato personaggio per i ragusani e in generale i siciliani. Enrico Guarneri, in arte Litterio, per la terza volta ospite della kermesse, ha saputo entusiasmare il pubblico, facendolo divertire con un susseguirsi di esilaranti battute. Una comicità mai banale, sapientemente miscelata da momenti più seri, dedicati alla sicilianità, con rievocazioni al passato e citazioni di grandi artisti, come la cantante Rosa Balistreri. L’artista ha mostrato ancora una volta la grande maestria con cui è capace di cambiare registro, passando da toni comici a toni drammatici. Accompagnato da Vincenzo Volo, Rosario Marco Amato e Nadia De Luca, Guarneri ha portato in scena “Io sono l’altro”, per la regia di Antonello Capodici, le scene di Salvo Patania, i costumi di Santi Cultrera e le musiche di Aldo Giornado. Un brillante e grottesco “one man show”, che diverte il pubblico fin dalla prime battute, quando l’attore usa come pretesto un ipotetico spettacolo fatto la sera prima a Marsala per dare il via ad un coinvolgente monologo. Continui cambi di scena, bizzarri incontri, come quello con uno strano psicanalista, con cui affronta i problemi legati al suo “afflosciamento”, o con uno stravagante regista, il maestro russo in realtà messinese, a cui vuole parlare della realizzazione di una grande opera. E poi l’incontro, inatteso, col suo alter ego, Litterio. Un confronto col personaggio, che a volte può rischiare di schiacciare l’attore che lo interpreta, ma non è sicuramente questo il caso. Da qui un nuovo cambio di scena, Enrico Guarneri veste i panni di Litterio, “Litterio Scalisi, e calu ddo paisi”. Il personaggio cerca di conquistare in modo goffo e bizzarro una bella ragazza nella hall di un albergo. Dal corteggiamento agli insulti, alla lotta per l’unica camera alla presenza dell’albergatore in un susseguirsi di battute esilaranti, di gag dalla straordinaria forza comica. Il pubblico ha salutato con affetto lo spettacolo, Guarneri, l’organizzazione e l’intera rassegna, dedicando un lungo e sentito applauso.

Ad inizio serata la direttrice marketing del gruppo Ergon, la dottoressa Concetta Lo Magno, nel presentare lo spettacolo non ha mancato di ringraziare i numerosi sponsor che hanno sostenuto l’evento, il numeroso staff, e naturalmente il pubblico che manifesta sempre un forte apprezzamento ed un grande calore. Un video proiettato sugli schermi giganti ha proprio messo in luce questi aspetti. La rassegna “Teatro dell’Iper” si riconferma quindi, con grande successo, un appuntamento fisso dell’estate ragusana che da sei anni porta allegria e divertimento nel capoluogo ibleo.

 

 

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI