Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 06 Agosto 2020

Per i giochi di una volta anche gli studenti della Mariele Ventre

Il gioco dell'elastico

 

Non mancheranno le emozioni domenica 22 maggio, in piazza Duomo, a Ragusa Ibla, quando, a partire dalle 9 e sino alle 13, rivivranno i giochi di una volta. La seconda edizione di “Ricordando…Calacipitu e giochi per tutti…come una volta” si annuncia ricca di novità. Per la prima volta, infatti, ci sarà Pasquale Bongiovanni che si esibirà con il suo “paloggiu”. Non è altro che una piccola trottola di legno, spesso costruita artigianalmente, che veniva caricata e lanciata mediante uno spago di canapa. Per fare girare “u paloggiu”, meglio conosciuto in terra iblea come “tuppettu”, il giocatore deve avvolgere la cordicella intorno alla strozzatura della parte superiore (riuscendoci meglio se si era stati bravi a realizzare delle apposite scanalature). Una delle estremità della cordicella va appoggiata verticalmente contro la parte della trottola su cui verrà poi arrotolata tutta la corda, orizzontalmente. Bongiovanni è uno dei principali specialisti siciliani e le sue evoluzioni si annunciano altamente spettacolari.

Ma le novità non sono finite qua. Perché, puntando forte sull’idea di dare vita ad un momento di raccordo tra le generazioni, saranno presenti anche gli alunni di alcune classi del circolo didattico “Mariele Ventre” che reciteranno proverbi, detti e racconti in siciliano. L’iniziativa, promossa dal gruppo “U Calacipitu” e dalla sezione di Ragusa dell’Age, Associazione italiana genitori, presieduta dal prof. Mimmo Mandalà, con la collaborazione del Comune di Ragusa, assessorato allo Sport e Spettacolo, e con il sostegno di Confcommercio Ragusa, si annuncia come un tuffo nel passato per quanti, partecipando o anche solo assistendo, vorranno rivivere le emozioni di una volta. Tra i giochi in vetrina anche alcuni memorabili come quello, ad esempio, dell’elastico. “Chi vuole – dice Giorgio Dipasquale, responsabile de “U Calacipitu”, può ancora aderire mettendosi in contatto con il nostro gruppo via mail, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Vogliamo essere in tanti perché, ne siamo certi, il divertimento è assicurato”.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI