Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 21 Settembre 2021

Santa Severina - Il trio …

Set 10, 2021 Hits:798 Crotone

Le Colonne d’Oro di Affid…

Ago 02, 2021 Hits:2618 Crotone

Maslow: non sapevo di ess…

Lug 13, 2021 Hits:2191 Crotone

Al Ministro Franceschini …

Lug 05, 2021 Hits:2130 Crotone

A Santa Severina Chopin e…

Giu 25, 2021 Hits:1723 Crotone

Michele Affidato insignit…

Giu 25, 2021 Hits:1350 Crotone

Scaramuzza: concluso un p…

Giu 25, 2021 Hits:1261 Crotone

Scaramuzza: si è svolto a…

Giu 19, 2021 Hits:1513 Crotone

I commercialisti impegnati in funzioni giudiziarie mettono a repentaglio anche la propria incolumita’

L’attività dei dottori commercialisti per le funzioni giudiziarie è un servizio civile a favore della collettività. E chi sceglie tale impegno sa di mettere a repentaglio anche la propria incolumità. Segnali decisi quelli emersi ieri durante la seconda e ultima giornata della seconda edizione del corso di specializzazione per l’attività del custode giudiziario e professionista delegato nelle esecuzioni immobiliari organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili per la circoscrizione dei Tribunali di Ragusa e Modica. Segnali che, venuti fuori anche nel corso della tavola rotonda con “question time” sulla prassi dei Tribunali di Ragusa e Modica per la gestione delle deleghe nelle procedure esecutive immobiliare, a cui hanno partecipato Francesco Chiavegatti, giudice dell’esecuzione presso il Tribunale di Modica, e Claudio Maggioni, giudice dell’esecuzione presso il Tribunale di Ragusa, hanno consentito di fare piena luce sul ruolo delicato dei dottori commercialisti che svolgono assistenza per le indagini su reati di particolare gravità. A dimostrazione di ciò, anche il fatto che la categoria abbia già pagato un pesante tributo di sangue. Sono stati ricordati, infatti, Costanzo Iorio, custode giudiziario a Foggia nel 2008, e Liberato Passatelli, curatore fallimentare a Castrovillari nel 2009, uccisi durante l’esercizio delle loro funzioni. “I dottori commercialisti – è stato detto – non hanno dimenticato il loro sacrificio ed hanno dedicato un’aula presso la sede del Consiglio nazionale a Roma”. I lavori, inoltre, introdotti e moderati da Giuseppe Buscema, componente della commissione di studio “Incarichi giudiziari” dell’Ordine, sono stati caratterizzati dall’intervento di Mariagrazia Mazzaraco sulla responsabilità civile e penale del custode giudiziario. Di particolare interesse, inoltre, la relazione di Gianluca Montanini, amministratore delegato di Astegiudiziarie in linea Spa, che ha illustrato i contenuti del protocollo d’intesa tra l’Ordine e Astegiudiziarie.it. “La due giorni – ha chiarito al termine Claudio Castilletti, presidente della commissione “Incarichi giudiziari” che si è occupata di organizzare la seconda edizione del corso – è stata molto utile per consentire ai colleghi di tenersi informati su materie contraddistinte da un continuo evolversi normativo e già di per sé molto complesse. Un ringraziamento all’Ordine e a tutti i componenti della commissione, oltre ai relatori, a cominciare dai giudici Chiavegatti e Maggioni, che hanno accolto il nostro invito, per la piena riuscita dell’interessante appuntamento”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI