Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 20 Giugno 2019

Ragusa città del malessere? Ma quando mai

Dopo l’odierno comunicato stampa del candidato a sindaco dell’Mpa, Salvatore Battaglia, che parla di Ragusa come di una città dove regna il malessere, ecco la replica delle liste Dipasquale Sindaco e Ragusa Grande Di Nuovo.

“E’ inutile che Battaglia celi le sue dichiarazioni politiche dietro a disinteressate preoccupazioni. Altro che ricerca del bene per la città e per i cittadini. E’ chiaro a tutti che il suo è un attacco politico finalizzato alla campagna elettorale. E a renderlo ancora più chiaro sono le dichiarazioni approssimative e prive di alcun fondamento. Ma la vera cosa grave è un’altra. L’ingenuità con cui ha condotto l’attacco, rivolgendolo non a chi avrebbe forse voluto colpire, bensì a tutti i cittadini ragusani, che Battaglia descrive come un pugno di insoddisfatti, infelici, insomma di sfigati cronici, addirittura dei perfetti imbecilli, incapaci, come dice lo stesso Battaglia, di saper discernere tra il bene e il male. Il candidato autonomista, che dunque pensa di diventare un sindaco che ha intenzione di amministrare cittadini senza intelletto, parla di una città che va avanti per inerzia e di disegna uno scenario quasi da fine del mondo, senza crescita culturale, economica, educativa. No, caro amico Battaglia, i ragusani non sono questi, la città non è questa. Ti sbagli davvero. Te lo diciamo con sincero affetto, così offendi la dignità e intelligenza dei ragusani. I cittadini che abitano nella nostra città, sono orgogliosi di essere ragusani e amano la loro città che non è un antro oscuro da girone infernale. Per carità, tutto è migliorabile e alcune cose vanno migliorate, saremmo falsi a non dirlo. Ma se Battaglia davvero pensa che l’Amministrazione comunale guidata dal nostro sindaco Nello Dipasquale abbia devastato la città proprio così come dice, vorremo ricordare che proprio al fianco di Dipasquale c’erano, negli ultimi due anni, gli uomini dell’Mpa, a partire dal commissario provinciale Mimì Arezzo a cui adesso Battaglia obbedisce pur non essendo dell’Mpa. Non è la città ad avere una sensazione di malessere, ma è la sensazione di malessere dello stesso Battaglia quella che traspare dal comunicato stampa che ha diffuso stamani. Non vogliamo certo essere psicologi, ma trovare porte chiuse praticamente ovunque, come gli sta capitando, è sicuramente una sensazione di malessere, lo possiamo anche capire. Malessere per essere il candidato a sindaco di un partito a cui non è iscritto e di cui non sa molto. Malessere per il dover andare a cercare voti ai cittadini ai quali, appena qualche mese fa, aveva comunicato di essersi avvicinato al Forza Italia, dopo la lunga trafila politica partita dal Partito Comunista Italiano, passando poi nei Ds, nei Giovani Comunisti. Da giorni Battaglia annuncia di avere già “una serie di proposte e di suggerimenti” per offrire un contributo alla città. Ne parla da giorni, ma non ne abbiamo ancora vista o sentita una. Ci chiami, quando le avrà pronte, siamo davvero curiosi. Ma ci permetta un consiglio, quello di non copiare da qualche manuale di seconda mano di psicologia generale se ha intenzione di parlare di disagio sociale. I tempi sono cambiati, come la nostra città e forse non se n’è ancora accorto”.

 

Per Ragusa Grande Di Nuovo – Sebastiano Di Benedetto

per Lista Dipasquale Sindaco – Raffaele Schembari

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI