Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 30 Maggio 2020

Zero contagi a Crotone, P…

Mag 27, 2020 Hits:171 Crotone

La Lega di Crotone unita …

Mag 25, 2020 Hits:246 Crotone

Lega Giovani: La mafia pu…

Mag 23, 2020 Hits:314 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Gior…

Mag 23, 2020 Hits:307 Crotone

Tre anni fa il gemellaggi…

Mag 19, 2020 Hits:491 Crotone

Antica Kroton, la Lega in…

Mag 16, 2020 Hits:532 Crotone

Crotone in fiore

Mag 05, 2020 Hits:723 Crotone

Isola Capo Rizzuto - Il C…

Apr 08, 2020 Hits:1225 Crotone

Salvatore Battaglia: “prepariamo un piano per lo sviluppo di questa città"

“I numeri parlano chiaro. La crisi economica incombe come un macigno sulla nostra città. I licenziamenti effettuati in questi ultimi mesi testimoniano la gravità di un problema di cui, forse, non si è parlato abbastanza e che, invece, dal canto nostro intendiamo porre al centro della campagna elettorale”. Lo dice Salvatore Battaglia, candidato a sindaco di Ragusa del Movimento per l’Autonomia. “E’ indispensabile formare tavoli di lavoro che coinvolgano le associazioni sindacali e di categoria interessate – aggiunge Battaglia – per avere ancora più chiaro il quadro della situazione. Ed è quello che farò a brevissimo incontrando i rappresentanti delle varie realtà produttive del nostro territorio comunale. Tutti assieme, poi, dovremo desumere quali gli elementi di forza che ci possano portare a stilare un piano in difesa dell’occupazione. Occorrerà anche comprendere quali le strade alternative da percorrere nel tentativo di salvare il salvabile e di creare una idea di sviluppo che, senza eccessivi voli pindarici, consenta a questa città di reggersi sulle proprie gambe”.

“Continuiamo, inoltre – dice ancora Battaglia – a registrare messaggi che allarmano. Come l’attentato incendiario che ha interessato il mezzo di una ditta la cui sede insiste nella prima fase della zona industriale. Sono messaggi da condannare, da stigmatizzare. Non è questa la Ragusa a cui eravamo abituati. Vogliamo che si possa tornare ad una Ragusa in cui si possa godere della massima tranquillità, senza più colpi nelle tabaccherie del centro storico e senza mezzi incendiati, a scopo intimidatorio, alle realtà produttive”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI