Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 07 Ottobre 2022

Modica - Dormitio Mariae, compiuto il rito della traslazione dello storico simulacro ligneo

Il simulacro e i portatori

E’ stato un momento vissuto con grande fede, con sincera trepidazione dai devoti. Il rito della traslazione dello storico simulacro ligneo della “Dormitio Mariae” è tornato a ripetersi, martedì sera, nella chiesa di Santa Maria di Betlem, a Modica. Sono stati i portatori della parrocchia a condurre in processione il simulacro, prima che si concludesse la celebrazione eucaristica, guidati dal parroco, don Antonio Maria Forgione. La “Dormitio Mariae” è stata sistemata ai piedi dell’altare maggiore. Una fase di estrema commozione seguita con la massima attenzione dai fedeli che hanno partecipato al primo atto del triduo che ha dato il via ai festeggiamenti in onore di Maria Santissima Assunta in Cielo. Celebrazioni che proseguiranno anche quest’oggi con la recita del Santissimo Rosario, alle 18,30, e il rito dell’annunzio della morte a Maria a cui farà seguito la celebrazione della santa messa con omelia. Domani, giovedì 13 agosto, dopo il Rosario delle 18,30, alle 19 ci sarà il rito della vestizione dell’Assunta dormiente con il canto dell’antico inno Tota pulchra. Seguirà la celebrazione eucaristica con omelia. Ma l’appuntamento più atteso è quello di venerdì 14 agosto con, a partire dalle 21, il rito del “Transito-Pasqua della Beata Vergine Maria” e con la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal reverendissimo canonico Luigi Vizzini, rettore del seminario di Noto e vicario episcopale per il clero e l’amministrazione diocesana. Subito dopo, alle 22, ci sarà la solenne processione con la secentesca Arca Santa reliquiaria e il simulacro della Dormitio Mariae, preceduta dalla fiaccolata lungo via Marchesa Tedeschi, corso Umberto I, piazza Corrado Rizzone, corso Umberto I e, ancora, via Marchesa Tedeschi. A piazza Monumento si terrà la preghiera alla Madonna. Il rientro in chiesa è previsto intorno alle 23.

Don Forgione, intanto, fa riferimento a fatti di stretta attualità. “Se è vero che Dio è colui che è fedele, che mantiene ciò che promette – ha detto tra l’altro il parroco – il cristiano è mosso da un’attenzione costante a ciò che accade nel mondo per cercare di scrutare nell’orizzonte i segni della presenza di Dio. E’ di queste ultime ore la notizia che ancora una volta il mare della Sicilia ci ha consegnato dei corpi senza vita, di uomini che quasi come novelli Abramo sono usciti dalla loro terra in cerca di una nuova prospettiva. E questa situazione ci interpella come uomini e come cristiani. Come uomini perché esiste una vigilanza che è una qualità propria dell’essere umano. E’ la capacità di guardare ciò che accade attorno a noi, di non essere ripiegati su noi stessi. Come ci interpella, invece, come uomini di fede? Cosa vuol dire essere vigili? Il cristiano, di fronte alle vicende della storia, non è chiamato ad assumere posizioni partigiane, ad essere pro o contro. Il cristiano deve chiedersi cosa ci sta dicendo Dio attraverso ciò che accade, in quale modo, attraverso le vicende della storia, Dio ci interpella. Perché l’opera di Dio non è a ondate, non conosce sosta, bensì è continua, è presente. Se oggi vogliamo essere uomini di fede, se vogliamo fare un atto di fede ora, in questo momento, dobbiamo prestare credito alle parole che Gesù ci rivolge nel suo Vangelo. Ed essere consapevoli, maturare la convinzione profonda che se non alimentiamo la nostra fede con il sentimento dell’attesa, della ricerca di Dio, della vigilanza, la nostra fede non sarà piena. Ci affidiamo a Maria, Lei è il simbolo dell’Israele attento, ha saputo cogliere la voce di Dio come una voce rivolta a Lei, l’ha accolta e l’ha incarnata. Preghiamo affinché interceda presso il suo Figlio. Che ci doni occhi per vedere e orecchie per ascoltare la Sua presenza nel mondo”.

Don Forgione e i portatori

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI