Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 30 Novembre 2022

Ambiente ed ecosostenibilità: un patto chiaro tra Comune e ordine degli ingegneri

_DSC5682

Tematiche energetiche a confronto per la prima delle tre giornate dell’Energy Days 2015, con un convegno che si è tenuto all’auditorium San Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla per parlare di “Sostenibilità energetica e sviluppo sostenibile. L’esperienza e i Paes”. Ad organizzarlo l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ragusa in sinergia con il Comune con lo scopo di diffondere le idee innovative nel campo delle tecnologie e della sostenibilità. L’Ordine degli Ingegneri si è messo a disposizione della società civile, nello specifico dell’Amministrazione comunale, per compiere un’opera di sensibilizzazione. I saluti dell’Amministrazione sono stati portati dall’assessore Antonino Zanotto. A nome della Consulta regionale degli Ingegneri ha parlato naturalmente il suo presidente Giuseppe Margiotta rimarcando la scelta di aver deciso di svolgere la riunione dell’organismo regionale proprio a Ragusa, in concomitanza con l’Energy Days, la due giorni in programma questo sabato e domenica a Marina di Ragusa, anticipata proprio dal convegno di Ibla. “Una concomitanza voluta e cercata – ha detto Margiotta – Del resto rispetto ad altri conventi, questa iniziativa Energy Days ha un coinvolgimento diretto con le popolazioni e le realtà territoriali. Dunque siamo dinnanzi a prospettive positive in cui ci ritroviamo anche noi tecnici”. Lungo l’intesa siglata tra Comune e ordini professionali si è sviluppato il confronto. “Vogliamo aprirci al confronto con le aziende e con il Comune sui temi dell’energia rinnovabile - ha detto il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Ragusa, Vincenzo Dimartino – e siamo orgogliosi di riproporre sabato e domenica a Marina di Ragusa l’Energy Days per il secondo anno e speriamo di portare avanti questa iniziativa sempre più con incisività sul territorio”. E’ stato Carmelo Licitra, Energy Manager del Comune, a fare un exursus sulla vicenda amministrativa del piano energetico dal 2013 ad oggi che ha visto la redazione e poi l’approvazione del piano. “ Il Paes - ha detto - è stato inviato a Bruxelles e siamo in attesa di riscontro. Il piano prevede poi una serie di azioni che sono state inserite nel piano triennale delle opere pubbliche”. Il consigliere dell’Ordine degli Ingegneri Sandro Feligioni ha messo in chiaro gli strumenti finanziari a disposizione delle pubbliche amministrazioni per attuare interventi e azioni di efficientamento energetico nei Comuni: il partenariato pubblico-privato, l’utilizzo delle società di servizi energetici che offrono servizi di efficientamento per le pubbliche amministrazioni ed una serie di incentivi nazionali ed europei. Francesco Cappello, ricercatore Enea Sicilia è intervenuto su “Efficienza energetica e fonti rinnovabili: tecnologie per la sostenibilità territoriale” affermando che in Sicilia le fonti rinnovabili sono livello standard e bisogna insistere molto sull’efficienza energetica, settore che va di più. Gli incentivi nazionali per l’efficienza energetica nell’industria sono di 150 milioni di euro e in Sicilia c’è un intervento per i Comuni. ” In Sicilia per l’industria – ha detto Cappello - se l’Assessorato regionale saprà muoversi, potrebbero essere finanziati le diagnosi energetiche e i sistemi di gestione ambientali. La Regione per l’attuazione del patto dei sindaci prevede circa 500 milioni nei prossimi anni nell’edilizia privata e nelle strutture pubbliche. Se non c’è una forte spinta verso la semplificazione amministrativa e le incentivazioni, nonché la certezza amministrativa dei tempi, si perde tutto. Cerchiamo, dunque, di territorializzare perché con l’efficienza energetica il ritorno è maggiore di quello che c’è stato con gli impianti eolici o fotovoltaici”. Ad intervenire tra i relatori anche il consigliere nazionale Ordine Ingegneri, Nicola Monda, che ha sottolineato il tema di grande interesse del convegno perché rientra in un discorso molto più ampio. “Mi occupo degli esteri - ha detto - per cui l’energia si collega agli obiettivi 20-20-20 di Bruxelles (ovvero il raggiungimento del 20 per cento della produzione energetica da fonti rinnovabili, il miglioramento del 20 per cento dell'efficienza e un taglio del 20 per cento nelle emissioni di anidride carbonica) per i quali siamo tenuti a rispettare alcuni vincoli nel risparmio dell’energia. Questi eventi sul territorio sono importanti sia per confermare la validità dell’obiettivo che per prendere indicazioni dal livello locale oltre che a fornire alcuni elementi di carattere generale”. Adesso ci si sposta lungo la fascia costiera. Questo sabato mattina a Santa Croce Camerina si svolgerà la riunione in assise della Consulta regionale degli Ingegneri mentre nel pomeriggio, così come domenica pomeriggio, a Marina di Ragusa si apriranno gli stand in piazza Duca degli Abruzzi per promuovere l’ambiente e l’ecosostenibilità. A mezzanotte di oggi ci sarà la suggestiva iniziativa “Marina illumina di meno” con il lancio contemporaneo di palloncini illuminati a led.

_DSC5694

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI