Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 24 Ottobre 2018

La farsa diverte con l'Accademia dei guitti di Caltanissetta

L'Accademia dei guitti di Caltanissetta con Maurizio Nicastro

La farsa è – più della commedia – il genere italiano per eccellenza. Un retaggio atavico che passa dalla consuetudine latina all’invenzione epocale dei motivi e della prassi della commedia dell’Arte. “La cucina del libero inganno” è un mix fra quanto di più classico c’è nella tradizione della farsa, unito ai temi moderni e contemporanei della commedia d’ambiente. Un tentativo di unire il divertimento parossistico e sfrontato dell’invenzione clownesca, con il ritratto della nostra società. Tentativo riuscito nell’interpretazione dell’Accademia dei guitti di Caltanissetta che, ieri sera, al Piccolo teatro della Badia, nell’ambito della rassegna “Ragusa ride”, hanno saputo toccare le corde dell’ilarità del pubblico come non succedeva da tempo. E del resto, la compagnia nissena è pluripremiata a livello siciliano. Proprio la rappresentazione di ieri, ad esempio, ha ricevuto il premio nazionale Angelo Musco a Milo, appena l’estate scorsa. Premio arrivato direttamente dalle mani di un grande attore come Leo Gullotta. E tutte queste capacità interpretative sono emerse nella pièce diretta da Giorgio Villa con i vari personaggi alternatisi sul palco che hanno saputo caratterizzare a meraviglia i dialoghi, con una raffica di situazioni frivole che hanno divertito a più non posso il numeroso pubblico presente. Dalla casalinga autrice di best-seller sulla cucina, al frivolo Mimì; dall’untuoso ragioniere Lo Martire all’irreprensibile maresciallo Diolosa senza dimenticare l’escort dal cuore tenero e una nipote particolare. “L’Accademia dei guitti – dice il direttore artistico della rassegna, Maurizio Nicastro – ha saputo proporre in scena il quadro tipico della farsa, dimostrando di avere acquisito particolare padronanza delle tecniche di tale particolare rappresentazione teatrale. Siamo stati lieti di averli ospitati e sono certo che il nostro pubblico ha apprezzato questa speciale presenza”. La rassegna “Ragusa ride”, intanto, continua con il doppio appuntamento di sabato e domenica prossimi quando ad esibirsi sarà la compagnia” Amici del teatro” di Chiaramonte con “Le bugie hanno le gambe corte” di Vittorio Barino e Martha Fraccaroli.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI