Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 02 Luglio 2020

Pozzallo - Danza sportiva ancora una volta in vetrina

Csen danza e non solo a Pozzallo

La danza sportiva ancora una volta in vetrina. E’ accaduto a Pozzallo con la manifestazione “Csen danza e non solo” giunta alla quinta edizione. Il sindaco Luigi Ammatuna e il neoassessore allo Sport e Turismo, Giorgio Scarso, hanno portato il proprio saluto nel contesto di una kermesse che ha visto esibirsi sette scuole: New Ballett, con sedi sia a Ragusa che a Pozzallo, di Concetta Raniolo; Le Sicula Dance Hall Princess di Modica diretta da Cristina Cecere; Akademy Scicli di Luisa Sinacciolo; Gli Armonici di Modica con la direzione artistica di Elvira Mazza (hanno cantato Anna Tedeschi ed Alessia Pallavicino); Danzarte di Pozzallo con Valentina Nocca; Emotion di Ispica con Maria Donzello; Freedam di Ragusa con Ambra e Francesco Vitale. Alla manifestazione hanno aderito circa 200 ballerini, tutta la piazza delle Rimembranze era gremita di pubblico. Almeno ottocento gli spettatori. “E’ stata grande la soddisfazione di tutti noi – dice il presidente provinciale Csen, Sergio Cassisi – non solo per la perfetta riuscita della macchina organizzativa ma anche e soprattutto per l’interesse che continua a suscitare la danza sportiva nelle sue varie declinazioni”. Durante la serata due ospiti di eccezione: Emanuele Iemmolo, titolare del Gruppo Inventa, e Giuseppe Arnone, in rappresentanza di Arnò profumi, quali unici sostenitori del progetto sulla danza sportiva; oltre a salutare il numeroso pubblico presente, hanno distribuito a tutti gli insegnanti un attestato di partecipazione a testimonianza della partecipazione all’evento. “Sia le istituzioni pubbliche – ha aggiunto Cassisi – sia le associazioni sportive dilettantistiche devono concentrare i propri sforzi nel “reclutare” i giovani facendo in modo che gli stessi frequentino le scuole di danza e le palestre al fine di creare un mondo di giovani sano e forte, di grandi principi morali, il tutto a discapito della delinquenza e dell’assunzione di droghe”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI