Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 07 Luglio 2020

L'agosto giarratanese apre con "Ioprostituta"

Una fase di Io prostituta

 

La morte della madre. Al fianco del padre una donna che per vivere faceva il mestiere più antico del mondo e che ora si è redenta. Un rapporto conflittuale tra la donna e la figliastra. Una serie di tensioni che, un passo dopo l’altro, sono scandagliate sul palcoscenico. Sono i tratti salienti del testo dialettale impegnato portato in scena ieri sera dalla compagnia teatrale “La Giara” nel contesto del cartellone dell’Agosto giarratanese 2013. Un appuntamento molto particolare che, tenutosi in piazza Vittorio Veneto, è stato seguito con la massima attenzione, quasi in religioso silenzio, dal pubblico che si è emozionato nel prendere atto da vicino dello sdipanarsi dell’intricata vicenda in cui sono messi in gioco i sentimenti di tutti i protagonisti. “Un copione diverso dagli altri – dice l’attrice protagonista Alessia Giaquinta che proprio grazie a questo personaggio ha ottenuto il riconoscimento “Le tre api” durante una kermesse riservata al teatro amatoriale ad Avola antica – in cui si cerca di fare comprendere agli spettatori quali possano essere le problematiche reali di tutti i giorni. Quindi, più che spensieratezza, abbiamo cercato di innescare momenti di riflessione, con un testo che, splendidamente redatto da Giovanni Formisano junior, è ormai diventato un cavallo di battaglia della nostra compagnia”. Come sempre, grande trascinatore del gruppo il presidente de “La Giara”, Caterino Puccio, che ha interpretato la parte del padre e che ha ricevuto molti applausi, così come il resto degli attori. “Il pubblico di Giarratana – dice Puccio – ci è molto affezionato. E ogni anno riusciamo a raccogliere il loro consenso. Succede anche quando mettiamo in scena gli altri pezzi forti del nostro repertorio, da De Filippo a Pirandello, a Moliere. Sono tutti percorsi che abbiamo cercato di consolidare con il trascorrere del tempo e che, pur essendo una compagnia di teatro amatoriale, proviamo ad interpretare con un’opportuna dose di professionismo”. Soddisfatto il sindaco di Giarratana, Lino Giaquinta, per l’esito della “prima” del cartellone estivo. “Ma non avevo dubbi – afferma il primo cittadino – perché la compagnia “La Giara” è di casa. Inoltre, stiamo sempre più cercando di puntare sulla valorizzazione dei talenti locali. E, allo stesso tempo, vogliamo fare in modo che il cartellone sia caratterizzato da un taglio low cost. Andiamo avanti cercando dunque di coniugare, per quanto possibile, questi due aspetti”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI