Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 04 Dicembre 2020

Prosegue la condivisione artistica nei workshop dell'artista Rebecca Agnes ospite a CLANG presso Scicli

4 - Copia

 

Prosegue l'interessante ricerca artistica condotta dall'artista Rebecca Agnes ospite da CLANG a Scicli, luogo di ricerca per le arti contemporanee in via Mormino Penna 23, nell'ambito dell' Habitat curato da Zara Audiello. Lo studio dei non-luoghi, ovvero quegli spazi scomparsi, edifici abbandonati, costruzioni incompiute, dovuti all’abbandono e alla sospensione edile in Sicilia, sono al centro dei workshop tenuti dall'artista, a partecipazione libera, rivolti a tutte le persone interessate che conoscono per esperienza diretta il territorio siciliano. La prima tranche si è svolta dal 10 al 12 maggio e ha visto CLANG trasformarsi in un vero e proprio laboratorio aperto. Un gruppo di partecipanti entusiasti è stato affiancato dalla Agnes nel processo di ricostruzione di quei posti che ormai esistono solo nella memoria di ognuno di noi. Il luogo da rappresentare, che deve trovarsi in Sicilia, essere reale ed aver (avuto) una qualche funzione collettiva/sociale, è stato successivamente fissato su tessere di legno usando pennelli e colori acrilici. “Ci sono luoghi di cui abbiamo solo sentito parlare, legati a storie provenienti da un tempo che non abbiamo vissuto in prima persona - dichiara Rebecca Agnes - Altri luoghi invece li abbiamo vissuti, sono stati un punto d’incontro, di scambio, e a volte ci siamo accorti/e del loro valore solo nel momento della loro scomparsa. Tutti questi luoghi continuano comunque a esistere nel nostro immaginario. Svaniti o inaccessibili raccontano qualcosa del presente, delle persone che li hanno conosciuti o abitati e ne hanno registrato la scomparsa”. L’artista ha saputo portare in questi giorni la sua esperienza nella provincia iblea, contestualizzandola con la realtà locale. "Io non conosco la Sicilia. E´ la prima volta che vengo qui – prosegue la Agnes - Non conosco quello che c´era e non so quello che dovrebbe esserci. Quello che chiedo ai partecipanti al workshop e´ di raccontarmi questa terra, di condividere con me le loro memorie, partendo dalle assenze del territorio". Insomma una particolare chiave d´accesso a questa realtà. "L'obiettivo non è di fare un bel disegno - conclude l’artista - ma semplicemente di dare forma ad una memoria, ad un desiderio, ad un luogo che non e´ (più) accessibile". Il workshop prosegue con un secondo turno il 17, 18 e 19 maggio, dalle 11 alle 13,30 e dalle 15 alle 21, offrendo nuovamente ai partecipanti la possibilità di lavorare a fianco della bravissima artista. Le persone interessate a partecipare non sono vincolate ad essere presenti per tutti i tre giorni, ma possono decidere i giorni (o il giorno) e gli orari in cui venire. La durata del workshop dipende dalla velocità individuale nella realizzazione del disegno richiesto, può essere di un ora, come di tre giorni. Il 25 maggio i lavori prodotti verranno esposti presso CLANG in occasione dell’inaugurazione dell’art-project di Rebecca Agnes, "Libro degli ospiti/Guest book", e rimarranno visibili al pubblico fino al 23 giugno, mentre l’artista concluderà il suo "Habitat", e quindi la sua permanenza a Scicli, il 26 maggio.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI