Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 09 Marzo 2021

Chiaramonte Gulfi - Domani il rito della svelata

Il rito della svelata nel 2012

 

“Maria ci porta a Gesù che è la verità. Non un’idea ma una persona da amare e da seguire poiché Colui che è la Via che riconduce al Padre, la Verità che illumina i popoli, la Vita che rinnova il mondo, rivelando l’uomo a se stesso, ci aiuta a vincere la delusione e la paura che alimentano ipocrisia e avidità di potere”. E’ il contenuto del messaggio ai fedeli diffuso dal parroco della Chiesa madre, don Giovanni Nobile, e dal nuovo rettore del Santuario di Gulfi, don Giuseppe Burrafato, il giorno prima della cerimonia della svelata che darà il via ufficiale ai solenni festeggiamenti in onore di Maria Santissima di Gulfi, Patrona principale e regina di Chiaramonte. “Un messaggio – affermano i sacerdoti – che si ricollega all’invito fatto dal nostro vescovo, Paolo Urso, di approfondire il tema “Educhiamoci alla verità” che non è una parola vuota ma un bisogno vitale dell’uomo, che nel tempo della crisi e delle mille verità dona senso, consistenza e speranza alla vita. Ebbene, alla Vergine santissima, madre di Gesù, che è la Verità, va la nostra gratitudine per la sua testimonianza di donna “vera” e “coraggiosa” nella fede. A Lei affidiamo le nostre vite”. Domani, venerdì 5 aprile, nella chiesa del Santuario, si terrà, alle 13, dopo la recita del Rosario, la presentazione dei membri del comitato. Alle 13,30 prenderà il via il tradizionale rito della svelata che, come ogni anno, non mancherà di fare registrare la presenza di decine e decine di fedeli provenienti da ogni parte del vasto territorio chiaramontano. Tutto, ovviamente, in preparazione della tradizionale salita della Madonna che inizierà il 7 aprile, domenica in Albis, puntualmente alle 10 e che, grazie alla devozione dei fedeli, come un’unica marea fluttuante, trasporterà il simulacro, nel tempo di circa un’ora, dal Santuario sino alla chiesa Madre. Un avvenimento denso di significato per la comunità chiaramontana e che non manca di attirare anche numerosi visitatori.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI