Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Dicembre 2021

Informazione e voto responsabile, convegno di Youpolis

IMG_2835

 

“Scegliere consapevolmente, partecipare davvero – Riflessioni per un voto responsabile” è stato questo il titolo della conferenza che si è svolta lunedì sera a Ragusa su iniziativa dell’associazione Youpolis. Il primo step di una serie di iniziative che vedranno anche un confronto pubblico, il prossimo 16 maggio alla Scuola regionale dello Sport, di tutti i candidati a sindaco di Ragusa. Youpolis, che non scenderà in campo alle elezioni Amministrative, ha voluto comunque lanciare un forte segnale facendo chiaramente capire che la partecipazione è anche fuori dai palazzi, perché se non si cresce se non si creano iniziative per riflettere, se non ci si muove, se non si capisce che bisogna mettere via qualunque fattore che influisce negativamente sulla nostra partecipazione attiva, sia come voto che come attività politica, altrimenti non si va da nessuna parte. Nutrita la presenza del pubblico così come interessanti i vari interventi. Michael Massari, coordinatore cittadino di Youpolis Ragusa ha ribadito che “i giovani non sono soli e tramite l’aggregazione è possibile raggiungere positivi obiettivi per una Ragusa più giusta. Quello di Youpolis è salvare la nostra terra e i nostri giovani e con l'aiuto di tutti siamo in grado di andare avanti su questa linea. Personalmente studio fuori ma il mio sogno è tornare nella mia terra". Simone Lo Presti, condirettore editoriale della testata “Generazione Zero”, ha illustrato l’importanza dell’informazione “dal basso”, che riesce a colmare tanti vuoti e, tramite inchieste, riflessioni, fatti non sempre citati dalle testate tradizionali, può formare un’immagine della realtà quanto più veritiera possibile, tutelando l’interesse collettivo di verità. Matteo Albania, spin doctor ha ribadito che "la classe politica e i comunicatori politici svolgono un ruolo importante nei processi di partecipazione. Serve, però, una nuova consapevolezza degli strumenti a disposizione, come la rete, che stanno radicalmente cambiando la relazione tra cittadini e politici". Simone Digrandi, presidente Youpolis e esperto di web, ha messo l’accento sul problema dell’informazione su internet che, nella sua pluralità ma anche nel suo disordine, influenza non solo la scelta politica, ma rischia di far scoraggiare chi vorrebbe adoperarsi per muoversi, cambiare, agire, oltre che in grado di “alienare” la persona che si limita a fare politica da un pc: dalla disinformazione di link, immagini e articoli di dubbia provenienza e fondatezza, al pessimismo dilagante che circola su numerosi gruppi di discussione, alla battaglia del commento che riduce il dibattito politico ad una lotta di tastiere. “Noi la pensiamo diversamente – ha detto Digrandi - Su facebook ci raccordiamo e promozioniamo eventi, attività e le riflessioni presenti sul nostro sito, ma poi stiamo per strada, ascoltiamo la gente, creiamo l’evento. E’ la filosofia di Youpolis che va da Ragusa, dove alle nostre polemiche sull’arte e le ricorrenze mancate abbiamo risposto con eventi ed iniziative, fino a Spoleto ad Ancona, dove addirittura siamo arrivati a parlare di orti sociali e a distribuire patate biologiche create nei nostri campi marchigiani. Altro che commento e negativismo. Si lancia il problema, si dà una soluzione. Un consiglio per chi vuole muoversi, dentro e fuori una associazione, insomma liberamente: vivere il web secondo una logica di proposta e positività, e uscire per le strade”. Interessante l’intervento di Gaetano Accardi, professore all’Umberto I ed esperto di cinematografia, che ha svolto un magistrale e significativo intervento multimediale. Con l’ausilio di alcuni celebri video e diverse slides con citazioni di film noti e meno noti, spiega il rapporto tra media e partecipazione che non è solo mettere una croce, ma fare qualcosa prima e qualcosa dopo. Il media influisce nelle nostre scelte politiche, e a volte un film o una trasmissione per essere politica non ha bisogno di parlarne, è politica a priori e lo nasconde, è molto più politico un film che non parla esplicitamente di politica. Ma nel suo intervento, spazio anche a consigli per un messaggio mediale “positivo” della politica. Esso, per essere efficace, deve dare valenza simbolica ad azioni e idee, e fare appassionare alle idee con emozioni, con un messaggio che coinvolga anche sentimenti e passione, non solo la parte razionale. La tv racconta fatti e idee e non emoziona quanto il cinema, è referenziale, parla alla testa. Il cinema che parla di politica, invece, trasmette emozioni molto diverse e più profonde. Giorgio Piccitto, coordinatore di Youpolis Ragusa con Massari, ha rimarcato la volontà dei giovani di impegnarsi per sperare in un futuro migliore: “Siamo davanti ad un Paese politicamente ed economicamente distrutto, violentato e dilaniato, ma in tutto questo il cittadino non può non pensare di voler cambiare le cose. L’italiano non può farsi frenare da campanilismi, odio a chilometri di distanza da nord a sud, cosi come non può ancora, essendo disinformato, essere incapace di decidere bene con la matita e la scheda elettorale le sorti del paese. Al disinteresse maturato bisogna imporre un nuovo modello: politica è amore per il proprio paese, fare politica è conoscere, riflettere, e poi proporre: essere disponibili per il reale miglioramento di questa società credendo davvero in un futuro migliore. E noi vogliamo farlo”. Media partner dell’evento sono stati “Medialive Comunicazione” e il sito web “elezioniragusa.it” su cui è stato possibile seguire la diretta streaming sull’evento, diretta ora registrata e adesso disponibile anche sul sito youpolis.it e sul canale Ustream dell’associazione.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI