Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 27 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:960 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1529 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1053 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1754 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2513 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2018 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2008 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1959 Crotone

Una colomba per salutare l'arrivo del nuovo Papa

Don Giorgio Occhipinti, il vescovo, don Pippo Occhipinti

 

Una colomba bianca. Simbolo della Pasqua. Per salutare l’arrivo sul soglio di Pietro di Papa Francesco I. E fare sentire l’affetto della comunità ragusana in modo tangibile. Così ieri sera, nella chiesa del Preziosissimo sangue, in via Ettore Fieramosca, si è conclusa la cerimonia del precetto pasquale per medici, operatori sanitari, associazioni di volontariato sanitario e parrocchiale e laici impegnati nella Pastorale della salute presieduta dal vescovo. E’ stato proprio monsignor Paolo Urso a fare librare in volo la colomba, un gesto che ha così rappresentato, simbolicamente, l’arrivo del nuovo pastore della Chiesa universale. Ha avuto una caratterizzazione, dunque, strettamente legata all’attualità di questi ultimi giorni la cerimonia programmata dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute diretto da don Giorgio Occhipinti. Il quale ha concelebrato la funzione religiosa assieme a don Pippo Occhipinti. Nella sua omelia, il vescovo ha ribadito il dono fatto dal Signore con l’arrivo di Papa Francesco che è pronto a guidare il suo gregge ancora di più verso la dimensione della semplicità e della carità. La stessa carità che mette in campo chi serve coloro che soffrono, che stanno male e che, quindi, attuano il dono della speranza e della tenerezza di Dio.

Precetto pasquale il vescovo e la colomba bianca

 

“Le parole del nostro vescovo – ha detto don Giorgio Occhipinti – infondono nuovi e importanti stimoli per chi vuole conoscere Gesù nella sua umanità, nella sua relazione con le persone in situazioni di debolezza, di limite e di sofferenza. Tutto questo significa conoscere un progetto di vera umanità e di relazione umanizzante: cioè, come la persona umana deve essere per corrispondere al piano di Dio, come deve vivere ed entrare in relazione con gli altri per essere trasparenza dell’amore di Dio. Gesù è la verità del Dio ‘‘Buon Samaritano’’ e dell’uomo ‘‘buon samaritano’’. Sono tutti messaggi di evangelizzazione che cerchiamo di fare passare ogni giorno con l’attenzione rivolta a chi si dona nei confronti degli ammalati che hanno sempre più bisogno di chi si prenda cura di loro in maniera affettuosa, amorevole”.

Precetto pasquale per medici, operatori sanitari e ammalati

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI