Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 13 Novembre 2019

L’Handball Crazy Reùsia conquista la prima vittoria del 2013

Vittoria doveva essere. E vittoria è stata. Per ricominciare a sperare. Dando, finalmente, la svolta attesa al campionato. Niente da fare per la Psg Risurrezione Catania. L’Handball Crazy Reùsia ha centrato, ieri pomeriggio in casa, la prima vittoria del 2013, dopo che la fase iniziale dell’anno era stata contrassegnata da sconfitte in serie. Stavolta, invece, il sette ibleo è sceso in campo con la dovuta determinazione e, pur dovendo rinunciare a due pezzi da novanta, anche per l’esperienza maturata, come Saro Cappello e Batò Russo, non si è fatto prendere dalla sconforto e sin dal primo minuto ha cominciato a macinare gioco, riuscendo nell’intento di imporre, già nelle battute d’esordio, la propria impronta al match. E’ finita 24-21 con i reùsini che hanno sempre condotto le danze se si fa eccezione alla fase iniziale del secondo tempo quando, complice il consueto black out, si sono fatti recuperare un distacco di quattro lunghezze e pareggiare i conti. Gli ospiti, però, non ne hanno saputo approfittare. E l’Handball Crazy Reùsia, che aveva cominciato subito bene (con il parziale di 5-1) e aveva proseguito il primo tempo nel modo migliore chiudendolo sul punteggio di 14-11, ha ripreso le redini della gara e, grazie anche alle super parate di Davide Schembari, ce l’ha fatta a conquistare il risultato sperato, quello che garantisce tre punti in classifica consentendo di compiere un buon passo in avanti. Migliori realizzatori Paolo Criscione con 6 reti e il capitano Salvatore Girasa con 5. “Ma quello che per noi era più importante – chiarisce il presidente Riccardo Tasca – era interrompere la sequela negativa. Ce l’abbiamo fatta dopo esserci guardati tutti in faccia ed avere compreso che non potevamo essere diventati all’improvviso dei brocchi. C’era la necessità di riconquistare un pizzico di autostima. E ce l’abbiamo fatta ad ottenere quella vittoria che mancava ormai da parecchie settimane. Sono convinto che, da questo momento in poi, per noi potrà essere la svolta, un altro campionato in cui, da qui sino alla conclusione della stagione, sarà possibile dimostrare tutto il nostro valore. Non è ancora detta l’ultima per quanto concerne il discorso play off ma è chiaro che si tratta di un obiettivo per il momento molto lontano. Dovremo provare a giocarci ogni partita come se fosse una finale”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI