Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1063 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1565 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1085 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1788 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2549 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2050 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2043 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1993 Crotone

Al porto turistico si e’ svolto l’addestramento dei vigili del fuoco per il soccorso acquatico

DSC_0057wtmk

 

Il Porto Turistico di Marina di Ragusa è stato scelto dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa per un'intensa attività di addestramento di due giorni che si è conclusa ieri pomeriggio con l'obiettivo di ampliare la preparazione dei propri vigili nell'azione di soccorso acquatico, una delle branche in cui si sta specializzando anche il comando ibleo. Già da tempo si era avvertita nel corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la necessità di prestare un efficace soccorso negli scenari di rischio acquatico che sempre più spesso, soprattutto nei mesi autunnali e invernali, tipici delle piogge torrenziali, si presentano alle squadre operative. In molti casi è necessario intervenire prestando urgentemente soccorso tecnico, soprattutto nelle acque interne, come i fiumi, i canali, gli specchi d'acqua, le paludi, i pozzi. Da qui l'esigenza di essere assolutamente addestrati e pronti a poter rispondere a scenari di questa natura che purtroppo il continuo cambiamento delle condizioni climatiche manifesta maggiormente rispetto al passato. Al Porto Turistico di Marina di Ragusa i Vigili del Fuoco hanno dunque testato le azioni di intervento previste nel caso di soccorso tecnico urgente ordinario andando così a diffondere anche tra i soccorritori iblei la “cultura della sicurezza acquatica e dell’autoprotezione in ambiente acquatico”. Nelle varie sedi d'Italia dei Vigili del Fuoco sono infatti presenti delle figure operative (soccorritore acquatico) in grado di effettuare con tempestività, operazioni di soccorso anche complesse in ambito acquatico di superficie, soprattutto in occasione di calamità naturali connesse ad eventi meteoidrologici estremi o alluvioni. Lo si fa intervenendo attraverso una rigorosa formazione mediante un livello base di conoscenza definito di “Autoprotezione Atp” che permette di eseguire operazioni di salvamento, il soccorso da riva e da natante con l’utilizzo di corda da lancio e salvagente anulare. Nella due giorni di addestramento al porto, i Vigili del Fuoco hanno utilizzato un'area interna della darsena sviluppando numerose immersioni e mettendo in pratica quanto studiato durante le ore di teoria. In questo modo il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa ha proseguito la sua attività formativa incrementando la preparazione dei soccorritori e creando delle unità in grado di intervenire adeguatamente per soccorsi specializzati. La struttura portuale ha, negli ultimi mesi, attivato una stretta sinergia con le varie forze dell’ordine dell’area iblea e anche con i Vigili del Fuoco è nata una profonda collaborazione.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI