Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Luglio 2020

Un successo la VII Giornata dello Sport Paralimpico

La Giornata dello sport paralampico a Ragusa

 

Lo sport paralimpico è una nuova frontiera che merita la massima attenzione e che, rilanciato dalle recenti olimpiadi di Londra, ha saputo fare breccia nei cuori e nelle menti di tutti gli appassionati. Affinché l’impossibile diventi possibile. E’ stato il messaggio lanciato giovedì mattina 11 ottobre a Ragusa dove, all’interno del PalaMinardi di contrada Selvaggio, è stata celebrata la settima edizione della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico, ospitata contemporaneamente nelle piazze di altre nove città italiane: Roma, Milano, Mirandola (Mo), Montevarchi, Pescara, Assisi, Caserta, Brindisi, e Cagliari.

La Giornata Paralimpica a Ragusa, organizzata dal Comitato Italiano Paralimpico della Sicilia e da Enel Cuore Onlus, con il supporto della Fondazione Italiana Paralimpica, del Coni Sicilia, della Scuola dello Sport del Coni e dell’Inail, si è rivelata, come nelle intenzioni degli organizzatori, ricca di spunti e, soprattutto, ha fatto registrare la partecipazione di centinaia di studenti oltre che di componenti delle associazioni che operano nel settore della disabilità. L’obiettivo, pienamente centrato, era quello di avvicinare i ragazzi disabili e le loro famiglie alle discipline atletiche. “Lo sport, infatti – ha chiarito in apertura Nicole Mazarese, commissario straordinario del CIP Sicilia – è portatore di valori quali l’inclusione e l’integrazione perché permette a ognuno di esprimere, senza distinzioni, la propria attitudine, il proprio talento e le proprie abilità”.

A fare gli onori di casa il presidente della Scuola dello Sport Rosario Cintolo e il reggente del Coni Sicilia Giovanni Caramazza i quali hanno tenuto a sottolineare l’importanza dello sport paralimpico, un movimento in continua espansione, destinato a dare grandi soddisfazioni. “Abbiamo fatto il possibile – ha detto Cintolo – per ospitare al meglio l’iniziativa. E devo dire che i risultati non sono mancati. E’ stata una bella giornata di sport che, ancora una volta, ha consentito alla città di Ragusa di esprimere appieno le proprie potenzialità sul piano dell’impiantistica sportiva”. Per Caramazza “la Giornata nazionale dello Sport paralimpico ha continuato a produrre, così come era accaduto negli anni scorsi, risultati di grande spessore già a cominciare dal numero dei partecipanti che, di edizione in edizione, si è notevolmente ampliato”.

La manifestazione è stata condotta ed animata dai giornalisti Annalisa Castiglione e Roberto Oddo. Gli studenti presenti hanno avuto la possibilità di conoscere e praticare alcune discipline paralimpiche, tra cui il tiro con l’arco, il basket in carrozzina, il tennis-tavolo, il tennis, le bocce e l’atletica: un momento di integrazione senza competizione. Oltre allo sport, nel corso della mattinata si sono tenuti anche momenti di intrattenimento con una serie di performance organizzate dalla Federazione Danza Sportiva.

Testimonial della manifestazione è stata Veronica Floreno (tiro con l’arco) l’atleta trapanese che ha difeso i colori della Nazionale Italiana alle Paralimpiadi di Londra. A Ragusa c’erano i campioni William Russo (scherma) e Antonino Lisotta (tiro con l’arco). Durante la kermesse sono stati, inoltre, premiati gli atleti e i tecnici paralimpici siciliani che hanno partecipato alle Paralimpiadi di Londra 2012.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI