Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 22 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:803 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1453 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:982 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1680 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2436 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1948 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1939 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1889 Crotone

Confronto tra “creativi” a Ragusa Ibla con l’“invasione” delle fiat che hanno fatto storia

La foto di gruppo in piazza Pola

 

Le creazioni e l’abilità di maestri manipolatori. Accostate come a formare un tutt’uno inscindibile. Da un lato gli scalpellini che hanno dato vita ad uno stile artistico affascinante, in grado di raccogliere l’ammirazione dei turisti. Dall’altro designer e meccanici che hanno assemblato un’auto che sembra fatta apposta per le viuzze dell’antico quartiere di Ragusa celebrato dall’Unesco. Non è un caso che il raduno delle Fiat 500, icona di stile dagli anni Sessanta ad oggi, si sia tenuto proprio a Ibla, con due creazioni della tecnica che si sono messe a confronto, per la gioia degli appassionati e dei numerosi visitatori che hanno animato la giornata di ieri. E’ stato un successo il secondo appuntamento promosso dal Club Ibleo Fiat 500 che ha richiamato, nello spazio delimitato da piazza Duomo e piazza Pola, comprendente, dunque, anche un tratto di corso XXV aprile, oltre 150 creazioni a quattro ruote di tutte le fogge e con le più ardite soluzioni tecniche. Come, ad esempio, le elaborazioni esasperate che hanno trasformato le Fiat 500 del Team Puccia Corse in veri e propri “mostri della pista”, capaci di raggiungere velocità stratosferiche. Lontano, ma non troppo, il prospetto barocco della chiesa di San Giuseppe. Due meraviglie a confronto. Così come grande curiosità ha suscitato la 500 Dj con il logo “Bedda matri” sul lunotto posteriore. Per non parlare dei gruppi che sono arrivati da fuori provincia, dal Catanese in particolare, che hanno avuto l’opportunità di ammirare, rigorosamente in 500, il fascino che solo il Duomo di San Giorgio è in grado di trasmettere quando si parla di arte barocca. I capigruppo delle varie delegazioni si sono poi dati appuntamento in piazza Pola per la foto di rito. C’erano Davide Cappadonna di Belpasso, Fabio Lancia e Peppe Battaglia di Vittoria, Emanuele Battaglia del gruppo 500 in Sicilia, Carlo Puccia del Team Puccia Corse Modica, Pino Rizza della “500 dei tre colli”, Peppe Lorefice degli Amici della 500, Giuseppe Barresi del coordinamento di Chiaramonte, Salvatore Gallo del coordinamento Siracusa Nord, Rino Crisafi del gruppo di Pietraperzia, Massimo Gallo di Francofonte. Nel gruppo anche l’ex assessore allo Sport di Ragusa, Francesco Barone, che ha sostenuto in modo convinto l’iniziativa. “E’ stata una bella giornata che abbiamo condiviso con numerosi amici provenienti da ogni parte della Sicilia – afferma Andrea Occhipinti, segretario del Club Ibleo Fiat 500 – all’insegna della passione per questa specialissima auto che, ancora oggi, è in grado di suscitare le emozioni più profonde. Doveroso un ringraziamento al Comune di Ragusa e agli sponsor che hanno creduto alla nostra iniziativa. Ma voglio anche sottolineare l’impegno profuso da tutti i componenti del nostro Club per la migliore riuscita di un appuntamento che è già entrato a far parte del novero delle classiche iniziative di richiamo in programma a Ibla”.

Piazza Pola invasa dalle 500

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI