Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 20 Gennaio 2022

Pellegrini ragusani a Fatima

I pellegrini ragusani a Fatima

 

Sono rientrati dal santuario di Fatima, dove sono rimasti a pregare dal 10 al 17 agosto, i fedeli della provincia di Ragusa impegnati nella “Peregrinatio Mariae di solidarietà” che già nel giugno scorso, dal 16 al 26, aveva animato la terra iblea, con la presenza, in varie realtà parrocchiali della Diocesi, del simulacro della Madonna Pellegrina. Il gruppo, guidato dal direttore dell’Ufficio della Pastorale per la salute, don Giorgio Occhipinti, ha avuto modo di partecipare in maniera attiva alle varie celebrazioni che animano il frequentatissimo tempio portoghese e che hanno rappresentato la naturale prosecuzione di quell’intenso momento di fervore religioso che aveva già caratterizzato l’area iblea nelle scorse settimane. “Sono stati parecchi – dice don Occhipinti – i momenti suggestivi e commoventi che hanno contrassegnato la nostra partecipazione alle varie fasi religiose programmate in seno al santuario. Dobbiamo anche ringraziare la disponibilità del vescovo di Leiria-Fatima, mons. Antonio Marto, che non solo ci ha accolto con la massima attenzione ma è rimasto colpito, così come il rettore del Santuario, dalle attestazioni di fede e di devozione che la comunità religiosa dell’area iblea ha riservato alla Madonna Pellegrina nei giorni della presenza del simulacro in provincia di Ragusa, così come abbiamo avuto modo di testimoniare facendo visionare loro articoli di giornali e video realizzati proprio in quelle circostanze”. I fedeli ragusani hanno partecipato, in particolare, alle celebrazioni svoltesi al Santuario nei giorni 12, 13, 14 e 15 agosto, quando è stata celebrata la ricorrenza della quarta apparizione. Inoltre, hanno avuto modo di assistere alla veglia di canti e preghiere a cui hanno preso parte numerosi devoti portoghesi che, il 13 mattina, durante la solenne celebrazione eucaristica, hanno offerto il grano che servirà al Santuario per tutto l’anno. Ed è stato proprio nel corso di questa giornata che è stato portato in processione il prezioso simulacro della Madonna che si trova nella Cappellina delle Apparizioni, con la corona preziosa contenente il proiettile che ha colpito Papa Giovanni Paolo II nell’attentato del 13 maggio 1981. I fedeli ragusani, inoltre, hanno presenziato alla solenne celebrazione eucaristica in cui si è tenuta la benedizione dei malati oltre alla processione con la Madonna e il canto dell’Addio. Tutti i pellegrini presenti nel piazzale hanno salutato la Madonna sventolando un fazzolettino bianco. Alcuni pellegrini ragusani, inoltre, hanno percorso in ginocchio la ‘‘Via del voto’’.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI