Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 15 Ottobre 2021

Chiaramonte - Molto partecipato il primo appuntamento del festival della filosofia

Festival della filosofia alcuni scatti di Carmelo Vella

 

Un festival della filosofia poteva sembrare un azzardo. Soprattutto in una ridente cittadina, ma con poche anime, nel cuore del Sud Italia. E invece la grande partecipazione fatta registrare dal primo appuntamento, tenutosi ieri, dalle 18,30 in poi, ai Giardini comunali, testimonia circa la bontà di una scelta su cui l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Vito Fornaro, ha voluto scommettere per l’“Estate chiaramontana 2012”. L’incontro ha preso il via con la lettura di brani di filosofi come Platone e il tedesco Dietrich Bonhoeffer. Le pagine dei pensatori sono state lette da Marta LaTerra, Cristina Catania ed Angela Dipasquale che fanno parte del gruppo teatrale “Skiffariati”. L’assessore alla Cultura, il vicesindaco Laura Turcis, ha voluto ringraziare tutti gli ospiti della due giorni oltre ai promotori Flavia D’Avola e Fabio Mancini che “hanno voluto dare lustro alla propria cittadina – ha continuato Turcis – in un modo completamente nuovo”. Flavia D’Avola, dal canto suo, ha sottolineato che “è parecchia l’emozione per questa prima edizione del festival. Abbiamo seminato – ha aggiunto – il primo germoglio che, adesso, cominciamo a raccogliere. La nostra speranza è che questo piccolo seme possa crescere per il futuro e regalarci altre speranze. Abbiamo iniziato questo progetto con un certo timore. Non sapevamo dove ci avrebbe portato. Alla fine, pensiamo di essere riusciti a creare qualcosa di particolare per la città di Chiaramonte con la presenza di grandi nomi della filosofia nazionale”. Il direttore artistico, Carmelo Mezzasalma, si è invece soffermato sulle particolarità dell’appuntamento chiaramontano. “Un festival – ha detto – è un’occasione per ascoltare e creare anche un dibattito. Tocca un insieme di tematiche che poi hanno un fil rouge che li collega. Puntiamo sul fatto che questo progetto possa avere al centro l’ispirazione filosofica, capace di dialogare con la creatività e l’esperienza artistica. Sono stato coinvolto da due ragazzi che hanno tanta voglia di fare. Iniziative del genere si possono creare solo in piccoli centri come questo, dove si continua ancora a vivere a dimensione d’uomo, senza ritmi frenetici”. Gli interventi di ieri sono stati tenuti dal prof. Giuseppe Pezzino, ordinario di Filosofia morale all’Università di Catania, che si è soffermato su “La passione per la politica” e dal prof. Carmelo Vigna, già ordinario di Filosofia morale all’Università di Venezia, che, invece, ha parlato de “L’anima e i suoi affetti”. Inoltre, per i presenti c’è stata l’opportunità di ammirare gli scatti fotografici di Aury Frasca, Andrea Dipasquale, Gigi Cappello, Carmelo Vella, Dario Colosi, Paolo Moscuzza. Ad occuparsi della parte logistica il coordinatore territoriale Emilio Castaldi.

 

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI