Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Novembre 2020

Grandi risate con Toti, Totino e la malafemmina

toti e totino

 

Un nuovo successo all'insegna della comicità e del divertimento, ieri sera per la settima edizione del Teatro dell'Iper a Ragusa. Il terzo appuntamento si è consumato ancora una volta nel magico teatro all’aperto che ha ospitato due grandi interpreti della comicità siciliana assieme ai bravi attori della compagnia “Teatro Stabile Nisseno”. In scena con “Toti, Totino e la Malafemmina”, naturalmente i due mattatori assoluti Toti e Totino che hanno divertito il folto pubblico presente (in totale si dispongono di 2500 posti) grazie a tanta comicità e capacità interpretativa. Una collaudata coppia comica che si è unità all’ottima interpretazione degli altri attori in scena in una divertentissima commedia con la frizzante regia di Antonello Capodici che rifà il verso al famoso film di Totò e Peppino per l’appunto in “Totò, Peppino e la Malafemmina”. La storia è più o meno quella della nota pellicola ma con le opportune riduzioni per il teatro, creando uno spettacolo leggero e divertente, ovviamente con un’ambientazione tutta siciliana, nomi dei personaggi protagonisti compresi, da Toti e Totino alla sorella Assunta (la bravissima Salvina Fama), all’odiato vicino di casa Mezzasalma (il convincente Giovanni Speciale), al nipote Gianni (un bravissimo Luigi Milazzo), fino naturalmente all’avvenente “malafemmina” Wanda interpretata da Lucia Debora Chiaia. Ed ancora il commendatore Andolfi interpretato da Giuseppe Minnella e il vigile urbano impersonificato da Raimondo Coniglio. La vicenda è nota a tutti: da una Sicilia contadina e rurale, i fratelli Zaccone (anzi, “Zacconi”, perché, come recita una battuta del duo comico, loro sono due) si muovono verso la lontana Milano per riportare all’ordine l’amato nipote Gianni, studente in medicina e prossimo alla “laura”, invaghitosi della ballerina e attrice Wanda con grande preoccupazione del nido familiare. Colorata e luminosa la scenografia mentre la storia riflette non solo grande comicità ma anche tanti spunti di riflessione. Mattatori indiscussi Toti e Totino, i cui dialoghi divengono dei veri e propri sketch esilaranti. Come era nelle previsioni, è stata una vera e propria chicca per la rassegna Teatro dell’Iper organizzata dalla direzione marketing del gruppo Ergon guidata dalla dottoressa Concetta Lo Magno. Venerdì prossimo, 20 luglio, ultimo appuntamento con un gradito ritorno, quello di Gino Astorina e la Compagnia del Gatto Blu nel divertentissimo "Puntoeacapo".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI