Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 05 Dicembre 2021

Al via i festeggiamenti in onore dei santi Pietro e Paolo

Due comunità parrocchiali che si uniscono. Per festeggiare assieme i santi a cui sono titolate le proprie chiese, San Pietro apostolo e San Paolo apostolo a Ragusa. Un metodo già utilizzato da tempo e che, però, adesso, in piena crisi, assume ancora più valore. E’ una maniera per risparmiare. E per farsi sentire ancora più vicini alle famiglie. Anche la Chiesa iblea non si sottrae alla necessità di ridurre il più possibile i costi in una fase così complessa e difficile per le comunità. La felice intuizione avuta qualche anno fa dai parroci, don Salvatore Guarneri, con il vicario parrocchiale don Salvatore Giaquinta, per San Pietro e don Giuseppe Iacono, con il vicario don Andrea Pomillo, per San Paolo, si perpetua anche nel 2012, trattandosi di un periodo complesso e difficile, cercando al contempo di lanciare un messaggio spirituale che si vuole trasmettere con forza rinnovata proprio nelle giornate di festa. “Il tema che riguarderà la nostra riflessione per la festa di quest’anno – affermano i due parroci – è in linea con il programma pastorale diocesano e, infatti, sarà “Educhiamoci alla libertà”. Continueremo, quindi, per dare una certa compiutezza al cammino che le nostre due comunità parrocchiali hanno fatto durante tutto l’anno su tale argomento. Ci confronteremo sulla nostra risposta a Gesù, che ci consegna il comandamento dell’amore come stile del discepolo che ci consente di vivere nella libertà dei figli di Dio, amati dal Padre”. Entrambe le parrocchie hanno predisposto dei programmi per i solenni festeggiamenti che, in un certo senso, si possono definire complementari. Si comincia domani, martedì 26 giugno, a San Pietro, la parrocchia di via Lazio dove, dopo la messa delle 9, alle 16,30 è previsto l’arrivo della Madonna Pellegrina proveniente dal santuario di Fatima. Alle 17 la recita del Rosario e la fiaccolata con il simulacro della Madonna. Alle 17,30, la santa messa con la partecipazione dei malati. Sarà celebrata dal sacerdote Giorgio Occhipinti, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute. Subito dopo, i malati e gli anziani trascorreranno un’ora lieta con la comunità parrocchiale. Il pomeriggio sarà allietato da Angelo Tidona e dalla sua fisarmonica. Mercoledì 27 giugno, alle 18,30, la santa messa sarà celebrata da don Roberto Asta. Nell’ambito della funzione religiosa, sarà benedetto il quadro di “Gesù, Divina Misericordia”. Alle 19,30, sullo stesso tema, si terrà un incontro nei locali parrocchiali. Per quanto riguarda la parrocchia di San Paolo, invece, il programma prevede, domani alle 19, la santa messa con le coppie di sposi che celebrano il decimo, 25esimo, 40esimo e 50esimo anniversario di matrimonio. Le coppie presenti rinnoveranno le loro promesse matrimoniali. A seguire si terrà un’assemblea parrocchiale sul tema: “Educhiamoci alla libertà”. E’ lo stesso tema dell’assemblea in programma il giorno dopo, mercoledì 27 giugno, sempre a partire dalle 19, con la presenza di tutti i componenti della comunità che concluderanno la serata con un’agape fraterna.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI