Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 17 Ottobre 2019

Alluvione 1996, Cerrelli:…

Ott 14, 2019 Hits:134 Crotone

Con Shakespeare partita l…

Ott 11, 2019 Hits:231 Crotone

Cerrelli difende gli abit…

Ott 04, 2019 Hits:515 Crotone

"Assaggiamo la Calab…

Ott 04, 2019 Hits:379 Crotone

Giornata Europea delle Li…

Ott 03, 2019 Hits:412 Crotone

Candelnight, a Scandale l…

Set 25, 2019 Hits:644 Crotone

Vernice, il cd dei "…

Set 23, 2019 Hits:694 Crotone

DSCN9501

 

E’ stato per tutti un momento emozionante e al tempo stesso divertente. Autorità e giornalisti, ieri sera, allo stesso tavolo per la prima “Cena al buio” realizzata a Ragusa sotto l’egida dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti “G. Fucà” e con l’organizzazione esecutiva di Best Memories. Il Comune ha offerto un sostegno economico, la Provincia un patrocinio e poi tanti sponsor privati, a partire dalla Banca Agricola Popolare di Ragusa, si sono avvicinati all’iniziativa, la prima di una serie che si svolgeranno coinvolgendo i club service, i gruppi, le associazioni, le comitive con l’intento anche di raccogliere fondi da destinare alla realizzazione di un’aula informatica per non vedenti. Annullato il senso della vista, nella sala completamente al buio, le autorità (sindaci, assessori, deputati) e i giornalisti presenti hanno avuto la possibilità di acuire gli altri sensi, dal gusto all’olfatto, dall’udito al tatto, assaporando i prelibati piatti del menù “segreto”, tutto dedicato ai prodotti del territorio, preparati sapientemente dagli chef del Domus Aurea Resort, che con grande impegno si è subito messo a disposizione per l’organizzazione delle cene al buio, predisponendo il totale oscuramento di una delle sale. Piatti da assaggiare ma anche da “ascoltare” perché sono stati riprodotti i suoni della campagna iblea registrati presso alcune fattorie. Guidati dalla voce narrante dell’attore ragusano Giuseppe Marrone, gli ospiti sono stati accompagnati al proprio posto da quattro non vedenti (Enzo Gueli, Caterina Speranza, Rossella Migliore, Nicola Coppoletta) che, proprio in occasione della particolare cena, si sono trasformati in camerieri dopo appositi momenti di formazione.

DSCN9482

 

A portare il saluto dell’Uic di Ragusa è stato il presidente, il maestro Giovanni Arestia, che ha sottolineato la valenza dell’iniziativa tesa ad avviare dei percorsi multisensoriali e a comprendere meglio la vita quotidiana dei non vedenti. Per seguire tutti gli aggiornamenti è stata creata una pagina facebook “Cena al buio Ragusa” ed è stata attivata anche una info-line al numero 0932 1913944. Tra gli ospiti presenti ieri sera, il presidente della Provincia, Franco Antoci, il vicesindaco di Ragusa, Giovanni Cosentini, i sindaci di Modica, Comiso, Santa Croce Camerina, rispettivamente Antonello Buscema, Giuseppe Alfano, Lucio Schembari, il direttore Asp, Ettore Gilotta, i parlamentari Roberto Ammatuna e Carmelo Incardona, Gaetano Di Mauro, comandante Polstrada, Francesco Fallica, comandante Guardia di Finanza, Rosario Spata, comandante Polizia Municipale, Emanuele Carano, comandante Vigili del Fuoco, gli assessore comunali ai Servizi Sociali di Ragusa, Rocco Bitetti, di Pozzallo, Guglielmo Puzzo, di Santa Croce Camerina, Maurizio Allù. Non sono mancati i momenti particolari con i camerieri non vedenti che hanno aiutato alcuni dei presenti a tagliare il secondo piatto e a riconoscere opportunamente gli oggetti presenti sul tavolo, dalle posate ai bicchieri per il vino o per l’acqua, al cestino del pane. Forti ed intense le emozioni vissute dai commensali, alternando momenti di assoluto divertimento a quelli di grande coinvolgimento in una cena conclusasi con una clip audio tratta da “Il Piccolo Principe” che ha concluso la bella serata, confermando lo spirito dell’iniziativa: “l’essenziale è invisibile agli occhi”. 

“Riteniamo sia arrivato il momento di fare chiarezza su alcuni aspetti che animano il nostro programma sul fronte ambientale”.

E’ il candidato a sindaco di Mpa e Api per la città di Ragusa, Salvatore Battaglia, a sottolinearlo scendendo nel dettaglio di alcune scelte che devono essere assolutamente fatte per il capoluogo ibleo. “Intanto – dice Battaglia – diciamo un no assoluto ad ogni ipotesi di realizzazione di impianti nucleari. Poi, occorre un aumento significativo della raccolta differenziata, con il raggiungimento programmato degli obiettivi di legge. Ciò deve avvenire in maniera graduale e informata e non, purtroppo, come sta accadendo in questi giorni nella nostra città, con la confusione che regna sovrana. Puntiamo, inoltre, all’utilizzo delle risorse comunitarie per rifare l’impianto di distribuzione idrica cittadina che fa registrare numerose criticità in parecchi tratti della rete. Diciamo sì al Parco degli iblei che caratterizza e promuove l’identità di Ragusa e del Sud-Est Sicilia. Ma la nostra forte azione politica dovrà essere incentrata a fare in modo che il parco possa essere trasferito alla Regione. Un altro sì per il Piano paesaggistico, per conservare l’identità del nostro territorio con salvaguardia e sostegno pieno alle aziende agricole. No assoluto, invece, alle trivelle a mare. Sì al fotovoltaico, nei tetti delle case, delle aziende, delle stalle e delle serre. No al fotovoltaico nelle zone di pregio. Queste le linee forti del nostro programma sul piano territoriale e ambientale. Un programma che cercheremo di attuare con il pieno sostegno di tutte le forze positive della nostra città”.

DSC_0170

 

Una delle compagnie aree low cost più famose, la Ryanair, non aspetta altro che l’apertura dell’aeroporto di Comiso per poter pianificare voli e tratte. Ma c’è anche il grande interesse da parte della Sac, la società aeroportuale di Catania, che vede l’aeroporto comisano come un ulteriore tassello per una crescita infrastrutturale che sia in grado di far sistema. E anche gli operatori turistici attendono l’apertura della struttura per creare e vendere pacchetti da proporre ai tour operator. Cercando di dare adeguate risposte al territorio, ieri a Ragusa, presso la sala convegni dell’hotel Antica Badia, si sono confrontati gli operatori del settore con i rappresentanti delle istituzioni. L’appuntamento odierno ha aperto la due giorni dedicata al futuro del turismo ibleo con l’organizzazione di Confindustria Turismo, Federalbherghi e Confturismo e con il contributo di Provincia e Comune. L’intensa mattinata è stata dedicata al workshop sull’aeroporto di Comiso con due punti di domanda: quale futuro e quale sviluppo. Malgrado i dati dimostrino un aumento dei flussi, tra l’altro sempre meno mordi e fuggi, ancora quello turistico non può classificarsi come settore preminente, probabilmente perché sconta il grosso gap infrastrutturale. E da questo si riparte verso nuove prospettive, come ha ricordato Rosario Dibennardo, presidente della Soaco, la società di gestione dell’aeroporto di Comiso. Dopo aver parlato dei problemi amministrativi che non hanno ancora permesso di consegnare ufficialmente l’aerostazione alla Soaco e di procedere alla certificazione dell’aeroporto, Dibennardo ha rimarcato la volontà di rendere prima possibile operativo lo scalo e anche per questo motivo l’organismo sta incrementando i contatti con le compagnia aeree. E l’interesse ad aprire Comiso è comune anche alla Sac, la società che gestisce l’aeroporto di Catania il cui vicepresidente Giovanni Gulino ha ribadito la volontà di ridurre i tempi al massimo anche perché Comiso potrebbe diventare un aeroporto intercontinentale attraverso l’allungamento della pista, cosa che è più difficile da fare a Catania dove comunque c’è già un progetto per interrare la ferrovia. Tra gli interventi anche quello dell’assessore comunale alla Città, Gino Calvo, che in rappresentanza del Comune di Ragusa ha ribadito la necessità di far sistema: “Come Amministrazione comunale, su input del sindaco Dipasquale, abbiamo cercato di avviare continui momenti di riflessione col supporto del confronto con le categorie del settore turistico, cercando di avviare un’adeguata programmazione che puntasse alla destagionalizzazione. Certamente l’aeroporto di Comiso va visto con estremo interesse e la sua apertura, che ci auguriamo possa avvenire presto, deve portarci ad avere, come territorio, un ruolo principale da protagonista. Dobbiamo essere pronti a trattare con tutti gli operatori”. Interessante l’intervento dell’architetto Roberto Floridia, presidente di Confindustria Turismo Ragusa, che ha suggerito di migliorare non solo l’offerta turistica ma anche i servizi ad essa collegati. Floridia ha ipotizzando, ad esempio, la possibilità di migliorare i transfert e di professionalizzare gli operatori dei trasporti, in modo da essere in grado di fornire delle prime informazioni ai turisti. Si attende poi con ansia, ha detto Floridia, l’avvio del Distretto Turistico Ibleo per poter creare un’unica regia. Andrea Corso, vertice nazionale di Assoturismo, leggendo alcuni importanti dati statistici, ha ricordato che i turisti non si preoccupano più di atterrare in un aeroporto per poi noleggiare un’auto o trasferirsi in autobus. Tutto dipende dai collegamenti e dai costi. Ecco perché ha suggerito di pensare a servizi intermodali a supporti dell’aeroporto di Comiso. Alberto Corti di Federviaggi ha sottolineato l’importanza di finalizzare l’aeroporto non solo ai voli low cost ma anche ai charter che permettono di creare flussi turistici significativi in periodi dell’anno che non sono quelli dell’alta stagione. Le opportunità future di un aeroporto naturalmente partono anche dalle volontà delle compagnie aree di atterrare e aprire nuove rotte. In più occasioni una delle più apprezzate compagnie low cost, qual è la Ryanair, ha mostrato il proprio interesse riconfermato stamani da Melisa Corrigan, responsabile commerciale per l’Italia della Ryanair: “Così come abbiamo già fatto per Trapani, siamo pronti anche su Comiso ad atterrare e a immaginare rotte che possano incrociare l’interesse del territorio. La nostra compagnia non aspetta altro che l’apertura del vostro aeroporto”. Durante l’incontro è intervenuto il sindaco di Comiso, Giuseppe Alfano, che ha ribadito il totale impegno del Comune casmeneo nell’attivazione di tutte le procedure per poter concludere un iter che, ha detto il primo cittadino, permetta di vedere la struttura aeroportuale come di interesse nazionale e statale e non certo come struttura privata. A concludere i lavori della prima giornata, moderati da Davide Barbagallo, esperto in economia aziendale, è stato il dott. Roberto Rocca, direttore generale per lo sviluppo del turismo presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. Rocca ha sottolineato la valenza dell’area iblea nella prospettiva regionale e mediterranea e ha parlato di “Ragusa come una nuova destinazione da scoprire” e per la quale anche il Governo nazionale, sollecitato dalle istituzioni locali, sta cercando di porre la massima attenzione. Domani la seconda giornata con il convegno, alle ore 10 presso la sala convegni del Donnafugata Golf Resort, sul tema “Costruiamo insieme il polo turistico ibleo”. Tra i presenti ci saranno Sebastiano De Luca, presidente di Confindustria Turismo Sicilia, Alessandro Massimo Nucara, vice direttore nazionale di Federalberghi Confuturismo. Concluderanno Roberto Rocca, direttore generale Dipartimento per lo Sviluppo del Turismo e Nico Torrisi, presidente regionale Federalberghi. Modererà Gianni Molè, segretario provinciale Assostampa. La delegazione sarà poi in visita nel pomeriggio presso i campi da golf e in alcune ville gentilizie.

DSCN9451

 

Enrico Guarneri è tornato a Ragusa, portando con sé la grande comicità che lo contraddistingue. Un grande successo ieri sera al teatro Tenda per lo spettacolo “Taormina 5 stelle vista mare”, un’esilarante commedia che ha visto protagonista il noto comico, affiancato sul palco da una grande e poliedrica artista, la bravissima Manuela Villa. Nota al grande pubblico per la straordinaria voce, Manuela ha mostrato ieri sera al pubblico ragusano le sue grandi doti recitative, contraddistinte da una spiccata ironia. Quello di ieri sera è stato l’ultimo appuntamento della mini rassegna di teatro dialettale organizzata dalla Marcello Cannizzo Agency in collaborazione con il Comune di Ragusa. Una chiusura accompagnata dalle tantissime risate del pubblico. Un’esplosione di comicità che ha esaltato il pubblico divertendolo di scena in scena, durante tutta la rappresentazione di “Taormina 5 stelle vista mare”, spettacolo inedito, scritto e diretto dal catanese figlio d'arte Guglielmo Ferro. Un cast esilarante, quindi, con Guarneri e la sua compagnia, ma anche con un’ apprezzatissima ospite d’eccezione brava non solo come cantante ma anche come attrice.

DSCN9434

 

Il pubblico di Ibla Classica international ha accolto con grande entusiasmo l’interessante concerto proposto ieri sera dalla stagione concertistica organizzata dall’Agimus. Al teatro Donnafugata di Ragusa Ibla un nuovo successo, con “Il Buffo all’Opera”, che ha visto sul palco l’esibizione del basso-baritono Eugenio Leggiadri Gallani, accompagnato al pianoforte da Gabriella Orlando. Un’eccezionale coppia, che ha dato prova di straordinarie doti artistiche e di grande affiatamento. Non nuovi alla provincia iblea, per Gallani e la Orlando questa è stata la seconda volta in cui hanno avuto modo di visitare la città di Ragusa. Ospiti infatti di Ibla Classica già due anni fa, hanno riconfermato anche in questi giorni le positive impressioni, rimanendo nuovamente colpiti dal calore del pubblico e dalla bellezza dei luoghi. Particolarmente affascinati dal suggestivo teatro location della loro esibizione e dall’incanto di Ibla, delle sue strade, del suo barocco. Gli spettatori hanno seguito con attenzione l’accurata selezione di brani gioiosi e coinvolgenti, parte di un repertorio oggi poco eseguito, come ricordato dagli stessi artisti nel Dopo Teatro Cocktail, durante il loro incontro con il pubblico nei foyer del teatro.

La scelta del direttore artistico di Ibla Classica, del maestro Giovanni Cultrera, si è confermata meritevole, riuscendo a spaziare anche stavolta, all’interno della sezione “La Grande Lirica”, nella scelta di differenti artisti che nella loro proposta musicale riescono ad eccellere, ripercorrendo di volta in volta le grandi composizioni rimaste immortali per la loro bellezza.

E così ieri, la leggerezza e il fascino del buffo, capace di offrire un raffinato divertimento agli ospiti. Il vivace omaggio al melodramma comico, protagonista della serata, ha spaziato da “Non più andrai farfallone amoroso” da “Le Nozze di Figaro” di Mozart, “A un dottor della mia sorte” dal “Barbiere di Siviglia” e “Fantasia sul Mosè” di Rossini, a “Madamina il catalogo è questo” dal “Don Giovanni di Mozart, “La calunnia è un venticello” dal “Barbiere di Siviglia” di Rossini, e ancora, Donizetti con “Udite, udite o rustici” da “Elisir d’Amore” e “Bella cosa amici cari” da “Il Campanello”, e poi la “Danza rituale del fuoco” di De Falla, e Rossini con “Sia qualunque delle figlie” e “Miei rampolli femminini” da Cenerentola.

Coinvolgente anche l’esibizione in apertura dei giovani talenti della provincia. Ad esibirsi sul palco del teatro Donnafugata sono stati ieri Carmen Pirrone alla viola e Davide Castellana al pianoforte.

Anche ieri non sono mancati i turisti. Tra il pubblico canadesi e inglesi, affascinati ed entusiasti per il concerto. Un’importante risposta alla fiducia accordata dall’Assessorato al Turismo, cui vanno i ringraziamenti dell’organizzazione.

Prossimo appuntamento sabato 14 maggio, anticando rispetto alla programmazione prevista per la domenica il concerto “Tu, che di gel sei cinta”, con il soprano ucraino Nosovskaya, accompagnata al pianoforte da Francesco Mirabella. Domenica 15 maggio ci si sposterà invece all’Auditorium San Vincenzo Ferreri di Ibla con una piacevole sorpresa per città di Ragusa. In programma il “Gran Concerto per l’Europa” dell’Orchestra ISSM “V. Bellini” di Catania, con il soprano Oikonomou e il tenore Pelligra, un intenso concerto ad ingresso libero. La programmazione riprenderà poi regolarmente fino a giugno con i prossimi appuntamenti.

 

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI