Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 25 Novembre 2020

Sicilia, Amministrative: tutti i risultati

Sono undici i comuni siciliani nei quali per eleggere il sindaco bisognera' aspettare il ballottaggio del 12 e 13 giugno. Si tratta di Canicatti' e Favara, in provincia di Agrigento, Ramacca,nel catanese, Capo d'Orlando e Patti in provincia di Messina, Bagheria e Terrasini nel palermitano, Vittoria in provincia di Ragusa, Lentini e Noto nel siracusano e Campobello di Mazara in provincia di Trapani. Negli altri 2 grossi centri dell'Isola, con popolazione superiore a 10mila abitanti, dove si votava con il sistema proporzionale (Ragusa, unico capoluogo di provincia interessato dalla tornata elettorale, e Porto Empedocle nell'agrigentino), i sindaci sono stati eletti al primo turno, avendo superato la meta' piu' uno dei voti validi.

Negli altri 14 comuni, sui 27 in totale coinvolti nella tornata elettorale, i sindaci sono stati eletti al primo turno. Delle 5 donne candidate ( a Canicatti', Montevago, Caronia, Terrasini e Lentini) nessuna e' stata eletta o e' andata al ballottaggio. Dei 20 primi cittadini uscenti, 10 sono stati rieletti (a Porto Empedocle, Vallelunga Pratameno, Falcone, Ficarra, Galati Mamertino, San Marco d'Alunzio, Sant'Angelo di Brolo, Torregrotta, Campofelice di Roccella e Ragusa), 5 vanno al ballottaggio (Canicatti', Capo d'Orlando, Vittoria, Lentini e Campobello di Mazara) e 5 non ce l'hanno fatta (San Biagio Platani, Ramacca, Bagheria, Noto e Sortino).

Filippo Bartolomeo e' stato eletto sindaco di San Biagio Platani, in provincia di Agrigento.

Bartolomeo, appoggiato dalla "Lista civica bene comune", ha ottenuto 1.494 voti, pari al 59,08%. Non ce l'ha fatta l'uscente Carmelo Alba ("Liberi di scegliere") che si e' fermato a 1.035 consensi pari al 40,92%.

 

Calogero Firetto e' stato confermato sindaco di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento.

Firetto, sostenuto da 8 liste (Sicilia vera, Pd, Udc, Fli, Lista sole, Citta' nuova, Forza del Sud e Mpa) ha ottenuto 10.684 voti, pari al 93,31%. Nulla da fare per l'altro candidato Paolo Ferrara (Idv) che si e' fermato a 766 voti pari al 6,69%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Patti, in provincia di Messina. A sfidarsi Luigi Gullo, sostenuto da 8 liste (Sicilia vera, Idea donna, Udc, Il centro per Patti, Patti democratica-Pd, Patti futura, Luigi Gullo sindaco x Patti e Costruire insieme), che ha ottenuto 3.363 voti pari al 35,97% e Giuseppe Mauro Aquino, appoggiato da 5 liste (Noi per Patti, Pdl, Patti nel cuore, Per Patti Aquino sindaco-Noi Sud-Liberta' autonomia, e 365 giorni di lavoro per Patti), con 2.971 voti, pari al 31,77%. Piu' staccati Nicola Tindaro Calabria (Consumatori per Patti e Progetto Patti) con 1.780 voti, pari al 19,04% e Tindaro Giusto (Alternativa per Patti), con 1.236 voti, pari al 13,22%.

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani. A sfidarsi l'uscente Ciro Carava', sostenuto da 3 liste (Mpa, Lista civica democrazia e liberta' e Pd) che ha ottenuto 3.031 voti, pari al 37,51% e Daniele Vito Mangiaracina, appoggiato da 2 liste (Alleanza per la Sicilia e Sicilia vera) con 1.465 voti, pari al 18,13%. Piu' staccati gli altri candidati Gianvito Greco (Uniti per cambiare-Sel) con 1.141 voti, pari al 14,12%, Giuseppe Stallone (Forza del Sud e Gruppo Sud-Nuovo secolo), con 967 voti, pari al 11,97%, Alfonso Tumbarello (Pdl), con 610 voti pari al 7,55, Dina La Varvera (Liberal Pli-Fli-Udc), con 485 voti, pari al 6,00% e Vincenzo Cuttone (Popolari e liberali nel Pdl) con 381 voti, pari al 4,72%.

 

Natale Bruno e' stato confermato sindaco di Galati Mamertino, in provincia di Messina.

Bruno, appoggiato dalla lista "Progetto Galati-Continuita' e sviluppo", ha ottenuto 937 voti, pari al 45,01%. Non ce l'hanno fatta Antonino Baglio ("Vivere Galati") che si e' fermato a 693 consensi pari al 33,28% e Pietro Paolo Giuseppe Vicario ("Galati libera") con 452 voti pari al 21,71%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Lentini, in provincia di Siracusa. A sfidarsi Nello Neri, sostenuto da 5 liste (Pid, Forza del Sud, Forza Lentini, Pdl e Rinascita leontina) con 5.573 voti, pari al 37,59% e l'uscente Alfio Mangiameli, appoggiato da 3 liste (Lentini con Alfio sindaco, Pd e Federazione della sinistra-Rifondazione comunisti italiani), con 3.741 voti, pari al 25,23%.

Piu' staccati gli altri 6 candidati: Enzo Reale (Mpa, Api e Popolari per Lentini), con 3.141 voti pari al 21,19%, Alfio Grimaldi (Sel) con 1.196 voti pari al 8,07%, Maria Cristiano (Movimento civico arcobaleno Lentini), con 499 voti pari al 3,37%, Dario Risuglia (Fli) con 266 voti pari all'1,79%, Cirino Cillepi (Udc) con 229 voti pari all'1,54% e Rosario Ossino Fisicaro (Sicilia vera) con 181 voti pari all'1,22%.

 

Nello Dipasquale e' stato confermato sindaco di Ragusa, unico capoluogo di provincia in cui si votava. Dipasquale, sostenuto da 9 liste (Forza del Sud, Dipasquale sindaco, Fli, Pdl, Ragusa grande di nuovo Nello Dipasquale, Partito repubblicano-Ragusa soprattutto, Sicilia vera, Udc e Pid) ha ottenuto 24.301 voti, pari al 57,20%, evitando cosi' il ballottaggio.

Non ce l'hanno fatta gli altri 2 candidati: Sergio Guastella (Donne per Ragusa, Pd, Idv, Sel e Movimento citta') che si e' fermato a 15.405 voti pari al 36,26% e Salvatore Battaglia (Battaglia sindaco, Mpa e Voto ibleo) con 2.778 voti pari al 6,54%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Capo d'Orlando, in provincia di Messina. A sfidarsi l'uscente Enzo Sindoni, appoggiato da 5 liste (Citta' futura, Movimento per Capo d'Orlando, Lista orlandina, Sicilia vera e Capo d'Orlando venti venti), che ottenuto 4.521 voti pari al 47,87% e Salvatore Librizzi (Democratici per Capo d'Orlando e Librizzi sindaco) con 2.318 voti pari al 24,55%. Piu' staccati Massimo Carrello (Carrello-Insieme per cambiare Capo d'Orlando) 1.563 voti pari al 16,55% e Renato Carlo Mangano (Pdl e Alleanza per Capo d'Orlando-Movimento 25 giugno libera et victoriosa civica) con 1.042 consensi pari all'11,03%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Favara, in provincia di Agrigento. A sfidarsi Rosario Manganella, appoggiato da 6 liste (Favara futura, Forza del Sud, Mpa, Pid, Per Favara e Pdl) con 10.558 voti pari al 46,03% e Carmelo Vitello (Fli e Ripensare Favara) con 8.566 consensi pari al 37,35%. Piu' staccati Luigi Sferrazza (Pd) con 2.088 voti pari al 9,10% e Antonio Valenti (Sicilia vera) con 1.725 voti pari al 7,52%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Canicatti', in provincia di Agrigento. A sfidarsi l'uscente Vincenzo Corbo (Corbo sindaco) che ha ottenuto 5.017 voti pari al 23,05% e Gaetano Cani' che era sostenuto da 6 liste (Fli, Canicatti' citta' nuova, I meridionali per Canicatti', Canicatti' futuro, Udc e Sicilia vera) con 4.489 voti pari al 20,62%.

Non ce l'hanno fatta gli altri 4 candidati: Adolfo Antonio Bartoccelli (Mpa, Forza Canicatti', Canicatti' forte e libera e Impegno civico) con 3.438 voti pari al 15,80%, Alberto Tedesco (Pd e Sel-Idv-Rci) con 3.427 voti pari al 15,47%, Liliana Daniela Marchese Ragona (Prima di tutto Canicatti', Lista cuore e Pdl) con 3.378 voti pari al 15,52% e Giuseppe Francesco Cammalleri (Fiamma Tricolore) con 2.017 voti con 9,27%.

 

Calogero Impastato e' stato eletto sindaco di Montevago, in provincia di Agrigento. Impastato, appoggiato dalla lista "Sindaco Impastato nuovo progetto per Montevago", ha ottenuto 1.110 voti, pari al 51,51%. Non ce l'hanno fatta Antonella Migliore ("Alternativa democratica") con 525 voti pari al 24,36% e Franco Scire' ("Uniti per Montevago") con 520 voti pari al 24,13%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Ramacca, in provincia di Catania. A sfidarsi Giampiero Musumeci, appoggiato da 3 liste (Movimento politico

culturale-sviluppo-ambiente-legalita'-ama Ramacca, Mpa e Uniti per Ramacca), che ha ottenuto 2.132 voti, pari al 29,81% e Francesco Zappala' del Pd, con 1.839 voti, pari al 25,71%. Nulla da fare per gli altri 2 candidati: Francesco Vallone ("Pdl" e Ramacca prima di tutto") che si e' fermato a 1.710 voti, pari al 23,91% e l'uscente Giovanni Antonio Malgioglio ("Per sempre Ramacca liberta' e Autonomia noi Sud" e "Udc-Fli-Api") con 1.471 voti, pari al 20,57%.

Santi Cirella e' stato riconfermato sindaco di Falcone, in provincia di Messina. Cirella, appoggiato dalla lista "Continuiamo a crescere", ha ottenuto 963 voti, pari al 47,11%. Non ce l'hanno fatta Marco Filiti (Falcone citta' futura) che ha ottenuto 729 voti pari al 35,67% e Francesco Salpietro (Una speranza di luce per Falcone) che si e' fermato a 352 consensi pari al 17,22%.

 

Davide Paratore e' stato eletto sindaco di Antillo, in provincia di Messina. Paratore, sostenuto dalla lista "La nostra terra-Antillo 2011" ha ottenuto 381 voti, pari al 52,26%. Nulla da fare per l'altro candidato Giovanni Palella ("Lista civica-Uniti per Antillo-Blocco lavoratori antillesi-Dio e popolo e progetto Antillo 2000") che si e' fermato a 348 voti pari al 47,74%.

 

Calogero Beringheli e' stato eletto sindaco di Caronia, in provincia di Messina. Beringheli, sostenuto dalla lista "Progetto Caronia" ha ottenuto 1.513 voti, pari al 63,04%. Nulla da fare per l'altro candidato Antonietta Agostino ("Risveglio caronese") che si e' fermato a 887 voti pari al 36,96%.

 

Antonino Caselli e' stato riconfermato sindaco di Torregrotta, in provincia di Messina.

Caselli, appoggiato dalla lista "Per Torregrotta esperienza e lealta'", ha ottenuto 2.556 voti, pari al 53,71%. Non ce l'ha fatta Pasqualino Natale Timpone ("Torregrotta citta' aperta") che si e' fermato a 2.203 consensi pari al 46,29%.

 

Vincenzo Buccheri e' stato eletto sindaco di Sortino, in provincia di Siracusa. Buccheri, sostenuto dalla lista "Sortino Futura" ha ottenuto 2.853 voti, pari al 46,79%. Ex aequo gli altri 2 candidati: Nello Bongiovanni ("Sortino al Centro") e l'uscente Paolo De Luca ("Con Paolo De Luca per Sortino") che si sono fermati ciascuno a 1.622 voti pari al 26,60%.

 

Giuseppe Montesano e' stato riconfermato sindaco di Vallelunga Pratameno, in provincia di Caltanissetta. Montesano , appoggiato dalla lista "Uniti per rinascere" ha ottenuto 2.082 voti, pari al 96,79%. Nulla da fare per Giuseppe Piraino (Verso il futuro) che si e' fermato a 69 voti pari al 3,21%.

 

Michelangelo Giansiracusa e' stato eletto sindaco di Ferla, in provincia di Siracusa.

Giansiracusa, sostenuto dalla lista "Vivere Ferla" ha ottenuto 781 voti, pari al 40,30%. Nulla da fare per Giuseppe Veneziano ("Ferla al centro - uniti si vince") che si e' fermato a 523 voti pari al 26,99%, Paolo Giansiracusa ("Tutti per Ferla") con 387 voti, pari al 19,97% e Franco Vinci ("Ferla e' ora di volare") con 247 voti pari al 12,74%.

 

Basilio Ridolfo e' stato riconfermato sindaco di Ficarra, in provincia di Messina. Ridolfo, appoggiato dalla lista "Continuiamo a costruire insieme", ha ottenuto 829 voti, pari al 70,79%. Non ce l'ha fatta Francesco Marchese ("Ficarra e' ora") che ha ottenuto 342 voti pari al 29,21%.

 

Basilio Caruso e' stato riconfermato sindaco di Sant'Angelo di Brolo, in provincia di Messina. Caruso, appoggiato dalla lista " Rinnovato impegno per Sant'Angelo", ha ottenuto 1.020 voti, pari al 41,77%. Non ce l'hanno fatta Gioacchino Ricciardi (Sant'Angelo nel cuore) con 841 voti, pari al 34,44% e Nunziato Martella (Progetto 365 con Martella sindaco per Sant'Angelo) che si e' fermato a 581 voti, pari al 23,79%.

 

Amedeo Basilio Arcodia e' stato confermato sindaco di San Marco d'Alunzio, in provincia di Messina. Arcodia, sostenuto dalla lista "Uniti per San Marco", ha ottenuto 614 voti pari al 39,08%. Non ce l'hanno fatta Celestino Santo Priola (Primavera aluntina) con 605 voti pari al 38,51% e Filippo Miracula (San Marco sviluppo e futuro) con 352 voti pari al 22,41%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Vittoria, in provincia di Ragusa. A sfidarsi l'uscente Giuseppe Nicosia sostenuto da 9 liste (Pd, I democratici, Progetto Vittoria, Polo civico citta' nuova Vittoria, Idv, Giovani democratici, Movimento-Insieme per la Sicilia, Incontriamoci e Insieme) che ha ottenuto 12.006 voti pari al 37,03% e Carmelo Incardona (Una bella vittoria, Pdl, Vittoria che cambia-Pid, Alleanza per Vittoria e Scoglitti, Un nuovo inizio e Forza del Sud) con 8.764 voti pari al 27,03%.

Non ce l'hanno fatta Francesco Aiello (Mpa, Aiello sindaco, I quartieri-Impegno popolare-Nuvola rossa) con 6.807 voti pari al 20,99%, Salvatore Garofalo (Sel) con 1.978 voti pari al 6,10%, Salvo Barrano (Udc) con 1.197 voti pari al 3,69%, Giovanni Cirnigliaro (Agricoltura primaditutto) con 755 voti pari al 2,33%, Pasquale Ferrara (Sicilia vera) con 658 voti pari al 2,03% e Salvo Papa (Insieme per il cambiamento-Vittoria futura) con 262 voti pari allo 0,81%.

 

Francesco Vasta e' stato confermato sindaco di Campofelice di Roccella, in provincia di Palermo. Vasta, sostenuto dalla lista "Campofelice" ha ottenuto 3.290 voti, pari al 69,82%. Nulla da fare per l'altro candidato Giuseppe Pedalino ("Alleanza per Campofelice") che si e' fermato a 1.422 voti pari al 30,18%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Terrasini, in provincia di Palermo. A sfidarsi Giuseppe Calogero Cammilleri sostenuto da 5 liste (Pid, Intesa per Terrasini, Terrasini democratica, Autonomia e progresso e Popolo liberale terrasinese) che ha ottenuto 2.109 voti pari al 28,37% e Massimo Cucinella (Per Terrasini futura e Per Terrasini domani) con 1.958 voti pari al 26,34%.

Piu' staccati Maria Grazia Moceri (Sicilia vera, Il buon governo e Lista civica Terrasini d'A…mare) con 1.649 voti pari al 22,18%, Antonino Giannettino (Fli e Udc), con 1.061 voti pari al 14,27%, e Antonino Gallina (150 Gallina sindaco e Progetto Henri d'Aumale) con 656 voti pari all'8,83%.

 

Sara' il ballottaggio del 12 e 13 giugno a decidere chi sara' il prossimo sindaco di Bagheria, in provincia di Palermo. A sfidarsi Vincenzo Giuseppe Lo Meo sostenuto da 5 liste (Udc, Fli, L'altra Bagheria, Un progetto per Bagheria-Con le autonomie e Democratici per Bagheria) che ha ottenuto 10.698 voti pari al 32,58% e Bartolo Di Salvo (Forza del Sud, Pid, Bagheria nel cuore e Pdl) con 10.227 voti pari al 31,15%.

Nulla da fare per l'uscente Biagio Sciortino (Bagheria popolare, Mip per Bagheria, Movimento antonomista Baaria, Unita' democratica e Api) che si e' fermato a 8.080 voti pari al 24,61%, Vincenzo Provino (Sicilia vera, Sviluppo e legalita' e Il patto per Bagheria) con 1.841 voti pari al 5,61%, Gino Castronovo (Cambiamo Bagheria-Sel-Idv) con 1.637 voti pari al 4,99% e Leonardo Eucaliptus (Lista per il cambiamento) con 350 voti pari all'1,07%.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI