Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 29 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1086 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1575 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1095 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1799 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2559 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2060 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2051 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:2005 Crotone

Bonificata l'area accanto la scuola Mazzini, diventerà un orto urbano

13567127_10209244647900515_4818535643875804301_n

Un'area abbandonata alle spalle della scuola media Mazzini, fra via Quarto Dei Mille e via Federico De Maria, è stata bonificata dalla Reset. "Non riuscivamo ad aprire le finestre della scuola tanto erano alte le sterpaglie" dichiarano dalla scuola Mazzini. "Non crediamo ai nostri occhi", invece è il commento dei residenti dei palazzi che si affacciano in quest'area. “Abbiamo convissuto per anni con zecche, zanzare, mosche e topi, ma adesso l'incubo è finito”. ”Grazie al presidente della Reset Antonio Perniciaro e a tutto il personale - dice Silvio Moncada presidente della IV Circoscrizione - una settimana fa su sollecitazione della scuola, di cittadini e di commercianti della zona, abbiamo fatto un sopralluogo ed abbiamo verificato come la folta presenza di sterpaglie e di rifiuti di ogni tipo potesse da un minuto all'altro mettere a rischio l'incolumità pubblica e, grazie alla solerzia della Reset, nel giro di pochi giorni l'area è stata bonificata”. Plauso viene espresso anche dal consigliere della IV Circoscrizione Giuseppe Di Vincenti. Felice anche Tania Arena, titolare della Titti School, scuola dell'infanzia che si trova di fronte l'area bonificata. “Per anni ci siamo rammaricati di non potere fare utilizzare l'area  ai nostri alunni - dice - adesso ci sembra un sogno e, con l'aiuto dei nostri bambini, creeremo in questo luogo un orto urbano in modo da trasformare il sito da simbolo dell'incuria a simbolo del riscatto".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI