Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 13 Dicembre 2018

Trionfo a Firenze per l'Orchestra del Teatro Massimo in concerto con Il Volo

firenze5

Trionfo venerdì sera scorso a Firenze per l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo in concerto con Placido Domingo e Il Volo per “Una notte magica – tributo ai tre tenori”. Una grande performance salutata con applausi a scena aperta e una lunga standing ovation per l’Orchestra. Presenti il sovrintendente Francesco Giambrone (che per quattro anni è stato sovrintendente al Maggio musicale fiorentino), il vicepresidente Leonardo Di Franco, la dirigenza della Fondazione. Presente anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Un grande evento con oltre seimila spettatori, che ha voluto essere una rievocazione del grande concerto che 26 anni fa vide protagonisti José Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti al Teatro delle Terme di Caracalla a Roma. Domingo eccezionalmente ha diretto l’orchestra (per il resto guidata da Marcello Rota) su alcuni brani più emozionanti della serata, che è stata registrata da Sony Music per un cd e un dvd. Per il Teatro Massimo si tratta del quinto cd registrato nel 2016 con grandi case discografiche: la Sony e la Decca.

Straordinario scenario della serata, la chiesa di Santa Croce illuminata davanti alla quale è stato montato il palco, allestito come in un Teatro d’opera: un sipario di velluto rosso e un grande lampadario di cristallo. Il sovrintendente Giambrone ha incontrato Domingo, che gli ha confermato il desiderio di venire a Palermo e con il quale ha iniziato a valutare tempi e titoli della sua presenza in città.

“La presenza del Teatro Massimo a piazza Santa Croce – dice Leoluca Orlando, sindaco e presidente della Fondazione Teatro Massimo - è motivo di gratitudine alla città e al sindaco di Firenze per l’accoglienza, ed è la conferma della qualità artistica raggiunta dal Teatro lirico della nostra città. Adesso aspettiamo a Palermo Placido Domingo”.

“Una serata davvero magica per la nostra orchestra – dice il sovrintendente Francesco Giambrone – che è stata protagonista di una straordinaria performance ed è stata applaudita con una lunga standing ovation. Dopo il grande successo della tournée in Oman, un altro successo in trasferta per un’orchestra che quest’estate si sposterà ancora dalla sua sede per suonare a Taormina e a Segesta”.

Entusiasmo alle stelle per le arie d’opera e i pezzi del repertorio napoletano, italiano e internazionale che si sono susseguiti nel concerto. “Nessun dorma” dalla Turandot di Giacomo Puccini, “Una furtiva lacrima” da L’Elisir d’amore di Donizzetti, “Libiamo ne’ lieti calici” da Traviata di Verdi, “E lucean le stelle” da Tosca di Puccini alternarsi a Granada, Cielito lindo, O surdato ‘nnammurato, Non ti scordar di me, O sole mio, Torna a Surriento. Domingo ha anche fatto un applauditissimo “fuori programma”, cantando a sorpresa insieme alle tre giovani star de Il Volo.

Un’anteprima “fuori sede” per una stagione estiva – intitolata “Summerwhere” - che adesso continua a Palermo. Appuntamento il 7 luglio con la prima delle quattro serate nell’atrio della Biblioteca comunale di Casa Professa intitolate “Ricordando il futuro” e liberamente ispirate alle Lezioni americane di Italo Calvino, tutte alle 21.30. Un format, già sperimentato l’anno scorso, che prevede la breve lectio magistralis di una personalità della cultura e poi il concerto. E quindi Leggerezza-Mozart, Rapidità-Rossini, Esattezza-Bach, Visibilità-Brahms.

firenze1

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI