Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 23 Novembre 2020

L'Amministrazione comunale incontra il direttore generale Unicef Italia

UNICEF_1

Il sindaco Leoluca Orlando, oggi pomeriggio ha incontrato a Palazzo delle Aquile il direttore generale di Unicef Italia, Paolo Rozera, nell'ambito delle manifestazioni organizzate da Comune di Palermo e Unicef sulla promozione dei diritti dei minori rifugiati e stranieri non accompagnati.

All'incontro erano presenti anche le assessore alla Cittadinanza sociale e alla Scuola, Agnese Ciulla e Barbara Evola, oltre al presidente della Consulta delle Culture, Adham Darawsha

“Palermo – ha detto il sindaco Orlando - ha mostrato e mostra sempre più ogni giorno di essere luogo e punto di riferimento mondiale per la cultura dell'accoglienza. Una città nella quale la diversità è un valore e non viene considerata un pericolo".

"La nostra città, in un quadro di importante collaborazione con altre istituzioni e con enti privati - hanno detto le assessore Ciulla e Evola - ha avviato un percorso virtuoso di accoglienza, assistenza, formazione e accompagnamento all'indipendenza per tanti minori che sono giunti a Palermo. Il tutto, analogamente a quanto avviene per i giovani minori italiani affidati al Comune, nella prospettiva dell'autonomia e dell'uscita da percorsi di istituzionalizzazione".

“Siamo qui a Palermo  - ha detto Rozera - perchè assistendo la scorsa estate ad uno sbarco, abbiamo potuto apprezzare come tutta la comunità fra Sindaco, Assessori, Prefettura, Forze di polizia, strutture sanitarie e associazionismo si è adoperata con grande sintonia per accogliere i migranti. Palermo e un punto di riferimento nell'accoglienza ai migranti, ecco pechè sono orgoglioso di essere qui. Riferirò a Samantha Cristoforetti (l'astronauta italiana dell’Esa, nominata recentemente ambasciatrice Unicef  che non ha potuto raggiungere oggi il capoluogo siciliano ndr) l'esperienza della Consulta delle Culture perché penso che sia un esempio lodevole che da promuovere in altre parti d'Italia”

"La collaborazione  tra noi e  Unicef – ha commentato Adham Darawsha  - è  una  tappa importante  per l'impegno verso in minori in generale e i minori non accompagnati in particolare. I giovani immigrati affrontano difficoltà  enormi che vanno affrontati  con la collaborazione  di tutte le istituzioni.  E l'Unicef potrebbe promuovere il loro inserimento  nella società  tramite progetti  di inclusioni  e di educazione".

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI