Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 07 Agosto 2022

Migranti, inaugurata mostra fotografica"Altromare"

ALTROMARE

E’ stata inaugurata lo scorso 30 dicembre presso la direzione dell’Asp di Palermo, in via Giacomo Cusmano, la mostra fotografica “Altromare” di Nino Randazzo, che con ottantadue scatti e filmati realizzati con un tablet, racconta la tragedia di Lampedusa del 3 ottobre 2013, quando persero la vita in mare 366 migranti.

L’allestimento della mostra è stato curato da Nuccia Cammara e all’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il direttore generale dell’Asp Palermo, Antonino Candela e l’assessora alle Attività Sociali e a capo dell’Ugem, l’unità per la gestione delle competenze comunali relative all’emergenze migranti, Agnese Ciulla.

“Questa mostra – ha detto l’assessora Ciulla -  rappresenta come il “curare” possa significare anche prendersi cura dei migranti non solo dal punto di vista fisico, ma, soprattutto dal punto di vista dell’accoglienza dando anche una concreta condizione di vita più favorevole. In questi ultimi anni, appunto per favorire la migliore accoglienza per queste persone che spesso sono fuggite da contesti di guerra, il Comune di Palermo, ha collaborato e coordinato insieme all’Asp, alla Prefettura e alle associazioni di volontariato, ogni iniziativa utile, in particolare modo nei confronti dei  minori stranieri non accompagnati”.

“Le foto e i filmati della mostra “Altromare” – ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando – rappresentano una drammatica testimonianza di una tragedia purtroppo annunciata. I volti carichi di disperazione e quelli degli uomini impegnati nelle operazione di salvataggio immortalati dagli scatti di Nino Randazzo, contrastano con l'indifferenza dimostrata dell'Europa. L’inaugurazione di questa mostra – conclude Orlando – è un’ulteriore occasione per esprimere il mio apprezzamento per il lavoro svolto dal direttore generale dell’Asp di Palermo, Antonino Candela, dal suo staff e anche per quello messo in campo da Prefettura, Ugem e associazioni di volontariato che hanno saputo consegnare una speranza di vita migliore ai migranti”

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI