Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 28 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:585 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1295 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2031 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1562 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1540 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1507 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1785 Crotone

Oltre 650 milioni di opere pubbliche a Palermo

Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione delle Opere e dei lavori pubblici che il Comune ha direttamente messo in cantiere per i prossimi mesi o per i quali, non essendo titolare dei contratti, ha agito per favorire lo sblocco di lavori già cantierabili.

In totale si tratta di oltre 650 milioni di opere già partite o i cui cantieri partiranno a scaglioni entro la fine del 2013.

394 milioni di euro sono per opere di cui il comune è direttamente responsabile, dalla progettazione all'appalto e alla vigilanza sui lavori.
71 milioni di euro sono per il Tram, quindi gestiti da una azienda partecipata del Comune (l'Amat).
188 milioni di euro sono per opere di cui il Comune non è titolare ma solo beneficiario (il passante ferroviario e la chiusura dell'anello ferroviario metropolitano).

Priorità assunta dall’Amministrazione nel settori dei lavori e delle opere pubbliche è stata quella di sbloccare progettazioni, procedure e fondi che su diverse assi di finanziamento erano bloccati.
Allo stesso tempo si è proceduto ad una razionalizzazione del lavoro, in modo da snellire le procedure.
Sono tutte priorità finalizzate in modo esplicito alla accelerazione della capacità di spesa, quindi all’avvio di nuovi grandi e piccoli cantieri.

Questo è avvenuto sia per quanto riguarda le opere ed i lavori di cui il Comune è direttamente titolare, sia per quegli interventi che potranno essere realizzati da privati con fondi propri e fondi pubblici, sia, infine, per quelle opere di cui non è titolare ma è invece beneficiario.

Infine il Comune ha assunto un ruolo attivo per lo sblocco dei lavori relativi a tre grandi opere che sono strategiche rispetto alle politiche della mobilità ma che, in questo contesto, vanno citate per l’alto impatto economico ed occupazionale che questi lavori hanno sulla città. Si tratta della perizia di variante per il Tram, dello sblocco del primo stralcio dei lavori di chiusura dell’anello ferroviario e dei lavori relativi al raddoppio del passante ferroviario. In termini meramente economici, l’impatto di questi tre interventi è superiore ai 250 milioni di Euro.

Il Comune ha in sostanza operato a 360° per rimettere in moto il settore strategico dell’intervento edile, inteso come strumento operativo a servizio di diverse politiche cittadine: la cura del patrimonio pubblico esistente, l’incremento e manutenzione dei servizi, la messa in sicurezza dei locali pubblici, la tutela dell’ambiente, la residenzialità sociale.


Opere di cui il Comune è titolare






Fondi CIPE per rete fognaria

€             97.678.454,39

 


FAS

€          150.000.000,00

 


Gescal

€             47.460.798,44

 


PON Scuola

€           14.443.842,36

 


Mutui con Cassa Dd. Pp.

€               8.500.000,00

 


Edilizia popolare a Borgo Nuovo

€             12.500.000,00 *


Interventi minori nel Centro Storico

€               2.800.000,00 **


Progetti presentati ANCI per interventi in aree degradate Albergheria e 2° Circoscrizione

€             61.000.000,00

 




 

Totale


€           394.383.095,19

 




 

Opere di cui il Comune è beneficiario

 


Tram

€         71.000.000,00

 


Chiusura Anello 1° stralcio

€         152.000.000,00

 


Raddoppio passante

€           33.000.000,00

 




 

Totale


€         256.000.000,00

 




 

Totale importi certi

€      650.383.095,19

 




* Si tratta di 56 alloggi di edilizia popolare in Via Alia

** si tratta in particolare di 2 milioni di euro per interventi per la manutenzione di basolati e sistema fognario nel Centro Storico, 500 mila euro per la manutenzione dell’edilizia monumentale e 300 mila euro per la manutenzione e dei monumenti

Interventi privati di cui si sono accelerate/sbloccate le procedure





Edilizia cooperativa in zone A (Centro storico e aree storiche) e zone D (Aree industriali dismesse)



Da quantificare - Le stime di LegaCoop citano da 500 a 1000 alloggi da costruire








 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI