Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 23 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:842 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1473 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:997 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1696 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2451 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1963 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1954 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1904 Crotone

Occupata Piazza Indipendenza a Palermo

foto

 

Sabato scorso, Rivoluzione Siciliana con il suo candidato in Piazza Indipendenza a Palermo, durante il sit-in di protesta guidato dal candidato alla Presidenza Cateno De Luca, ha chiesto all’ex Presidente Lombardo di non entrare più a Palazzo D’Orleans. “L’ex Presidente della Regione Raffaele Lombardo – ha detto De Luca - nonostante si è dimesso continua a fare nomine di consulenti e di posti di sottogoverno”.

Basta con l’ipocrisia elettorale - ha esclamato De Luca – chiedendo agli altri candidati alla presidenza della Regione, di buttare tutti giù la maschera.

Crocetta che in questi giorni ha parlato di rinnovamento e di liste pulite, si ritrova all’interno dell’UDC che lo sostiene, tutti gli eredi politici di Cuffaro.

Musumeci, che nel 2006 e poi nel 2008 si è candidato in prima persona e poi con il suo pupillo regionale, contro il PDl e contro Lombardo, oggi dimenticando di quanto è successo in passato, si è fatto candidare prima da Micciche è Lombardo, e dopo che è stato scaricato da quest’ultimi solo dal PDL.

A Lombardo – De Luca concludendo il suo intervento- chiediamo ciò che non ha mai fatto: un gesto d’amore nei confronti della Sicilia e dei Siciliani, evitando di continuare a fare l’inquilino abusivo di Palazzo D’Orleans, dando un ulteriore spettacolo indecoroso a tutta l’Italia.

“Ora è il momento della Rivoluzione Siciliana”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI