Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Sabato, 28 Marzo 2020

La biblioteca Pier Giorgi…

Mar 09, 2020 Hits:771 Crotone

Recital della violoncelli…

Feb 18, 2020 Hits:1299 Crotone

I gazebo della Lega sul l…

Feb 14, 2020 Hits:1499 Crotone

Al Lucifero celebrata la …

Feb 11, 2020 Hits:1123 Crotone

I premi di Affidato al 70…

Feb 10, 2020 Hits:1186 Crotone

Cerrelli: con la Lega Cro…

Feb 08, 2020 Hits:1212 Crotone

AI Tecnici dell’AKC Greco…

Gen 31, 2020 Hits:1462 Crotone

Barbuto e Corrado (M5S): …

Gen 21, 2020 Hits:1597 Crotone

BCsicilia Isola delle Femmine, con il patrocinio del Comune, nel 105° anniversario della nascita di Joe Di Maggio presenta una mostra fotografica sul più grande giocatore di baseball di tutti i tempi, nato il 25 novembre 1914 a Martinez, una cittadina della California, i cui genitori erano originari di Isola delle Femmine. Il tutto inizia il 9 dicembre 1897 quando i Di Maggio si unirono in matrimonio nella chiesa del paese Maria Santissima Delle Grazie. La prima figlia, Adriana, nasce a Isola delle Femmine l’11 settembre 1898, quando viene alla luce il papà non era presente perché era partito insieme ad un gruppo di pescatori  per l’America, precisamente per la California. Nel 1902  l’intera famiglia si trasferì  a Martinez. Giuseppe Di Maggio e Rosalia Mercurio in America avranno altri 8 figli, il penultimo nato il 25 novembre 1914 si chiamerà Giuseppe Paolo Di Maggio, in inglese Joseph Paul Di Maggio, per tutti Joe Di Maggio, campione di baseball degli anni ’30 e ’40 e marito, prima di Dorothy Arnold, e poi anche se per un anno dell’indimenticabile Marilyn Monroe.

Oggi probabilmente sono pochi i ragazzi di Isola che conoscono la storia del grande Joe.
Lo scopo della sede locale di BCsicilia, presieduta da Agata Sandrone , è quello di far riscoprire il passato di Isola delle Femmine, anche attraverso il racconto di quello che Joe Di Maggio ha rappresentato e ancora oggi rappresenta. Infatti il 25 novembre giorno che ricorda l’anniversario della nascita di Joe, la mostra sarà visitata dall’Istituto Comprensivo Francesco Riso, e i ragazzi potranno scoprire alcune storie di pescatori isolani che emigrarono dalla fine dell’800 ai primi del ‘900 inseguendo il “Sogno Americano". Le ricerche sono state effettuate da Agata Sandrone in collaborazione di Giancarlo Equizzi. L’esposizione si terrà in via Romeo, 1 a Isola delle Femmine  dal 23 al 24 Novembre dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00. Dal 25 al 26 novembre dalle 10,00 alle 13,00  incontro con l’ Istituto Comprensivo  Francesco Riso di Isola delle Femmine. Ingresso libero.

All’aeroporto di Palermo sbarca “Sicilian Rhapsody”, la prima travel web-serie interamente girata in Sicilia. Interpretata da Ashley Hames e Rossella Guarneri – la serie racconta il territorio siciliano e le sue eccellenze. Sul video wall dell’aerea arrivi dell’aeroporto di Palermo sarà trasmesso a ciclo continuo il trailer di circa tre minuti che condensa i cinque episodi della serie. Realizzata grazie ad un cofinanziamento del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, con il patrocinio del Comune di Palermo e dell’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana. La web serie è stata autoprodotta dall’agenzia di viaggi di lusso Absolute Sicilia (brand di “Tour Plus Sicilia”), con la regia di Riccardo Cannella della Cinnamon, e mira a fare conoscere al pubblico internazionale le peculiarità del territorio siciliano e le innumerevoli possibilità di vivere esperienze privilegiate ed uniche.

Secondo Dario Ferrante, CEO di Absolute Sicilia e ideatore del progetto filmico, “vedere le immagine di “Sicilian Rhapsody” proiettate sui led walls dell’aeroporto di Palermo ci riempie di orgoglio. Anche perché lo scalo palermitano fa da sfondo all’inizio e alla fine della nostra web-series. Una porta d’ingresso fisica e simbolica alla nostra terra e alle splendide esperienze descritte nelle cinque puntate. Ringrazio la Gesap sia per la preziosa collaborazione e disponibilità dimostrata in occasione delle riprese, sia per il percorso di innovazione intrapreso, utilizzando anche la nostra web series come strumento di marketing territoriale”.

Geppi Cucciari è pronta a conquistare anche la Sicilia con un monologo teatrale che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Lo spettacolo si intitola ‘Perfetta’ e sarà al teatro Biondo di Palermo il 3 dicembre e il 4 al teatro Metropolitan di Catania. L’inizio è fissato per le ore 21:00. Si tratta di uno spettacolo che conferma il grande talento di Geppi, la cui forte personalità, emersa sul palcoscenico dello Zelig di Milano, si è rafforzata nel corso della sua carriera, attraverso il grande e piccolo schermo, la conduzione radiofonica e televisiva.

Perfetta è l’ultimo monologo teatrale scritto da Mattia Torre, uno dei drammaturghi più influenti e attivi nella scena televisiva e teatrale italiana recentemente scomparso, nel quale si racconta un mese della vita di una donna, scandito dalle quattro fasi del ciclo femminile. La protagonista assoluta è Geppi Cucciari, per la prima volta alle prese con toni che non prediligono unicamente la comicità, ma si avventurano con profondità in sfumature anche più malinconiche e drammatiche. Sul palco interpreta una venditrice d’automobili, moglie e madre, che conduce una vita regolare nella quale trovano posto il lavoro, la famiglia, gli impegni e moltissime responsabilità.

Il racconto analizza i martedì di quattro settimane differenti, giornate identiche nei ritmi ma diverse nella percezione: a causa delle variazioni delle quattro fasi del ciclo, cambiano gli stati d’animo, le reazioni, le emozioni e gli umori della protagonista. Perfetta cerca di trattare con umiltà, ma anche frontalità, un tabù di cui gli uomini sanno pochissimo e di cui persino molte donne non sono così consapevoli.

Un monologo nel quale trovano spazio sferzate di comicità e satira di costume, ma anche riflessioni più amare e profonde, in un delicato tentativo di consapevolezza e di empowerment femminile di cui sembra esserci un grande bisogno nel nostro tempo.

Chi è Geppi Cucciari

Geppi Cucciari è una comica, conduttrice televisiva e radiofonica e attrice italiana. Esordisce a Zelig nel 2001 e dal 2002 scrive e interpreta diversi spettacoli teatrali tra cui Full Metal Geppi. Nella sua vita anche il musical: ha interpretato il ruolo di Morticia ne La Famiglia Addams. La carriera televisiva è lunga e varia: dopo Zelig Circus, è stata protagonista della sitcom Belli Dentro. Ha condotto Italia’s Got Talent su Canale5 e poi è arrivata a La7 prima come ospite fissa di Victor Victoria e poi alla conduzione di G’Day, programma che accende la fascia oraria preserale del canale. Ha curato la copertina de Le Invasioni Barbariche. È protagonista con Piero Dorfles della trasmissione Per un pugno di libri su Rai 3. Per lei anche la radio, conduce il programma Un giorno da Pecora con Giorgio Lauro. Geppi non si ferma qui. Anche tanto cinema per lei: tra i suoi film ricordiamo L’arbitro (2013) con Stefano Accorsi, presentato alla 70ª Mostra del cinema di Venezia, nella sezione "Giornate degli autori", Un fidanzato per mia moglie (2014) con Luca e Paolo e Una donna per amica (2014) di Giovanni Veronesi.

Proseguono le indagini sui presunti falsi Modigliani. Il decorso 31 marzo i militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, su delega della Procura della Repubblica di Palermo, avevano sequestrato due dipinti di sospetta falsità attribuiti al maestro livornese, esposti in mostra presso il Palazzo Bonocore del capoluogo siciliano.

Contestualmente, in Roma e Spoleto, venivano eseguite perquisizioni a carico del presidente dell’Istituto Amedeo Modigliani di Spoleto e del curatore della mostra, entrambi indagati. Nel corso delle operazioni veniva rinvenuta copiosa documentazione relativa all’organizzazione della mostra e alla provenienza delle opere in sequestro; venivano, inoltre, sequestrati 27 beni d’arte di pregio (di cui 3 opere grafiche di Modigliani e 24 dipinti a firma di Picasso, Chagall, De Nittis, Boldini, Dalì e Guttuso), molti ritenuti non autentici, e materiale informatico ritenuto interessante per gli ulteriori approfondimenti investigativi, svolti in questi giorni dai militari della Sezione Falsificazione ed Arte contemporanea del Reparto Operativo, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Spoleto, alla quale è stato trasmesso il fascicolo processuale per competenza territoriale.

In particolare i Carabinieri del Reparto Operativo hanno accertato l’evidente attività di certificazione e attribuzione di beni d’arte a vari artisti, fra i quali il maestro Amedeo Modigliani, posta in essere, dietro pagamento di un compenso, dal Concept bord dell’Istituto Amedeo Modigliani; tutte le certificazioni sono infatti sottoscritte dal Presidente dell’Istituto.

Anche i riferimenti ad alcuni patrocini, che sarebbero stati concessi all’Istituto dal Ministero per i beni e le attività culturali, allo stato delle indagini, non hanno trovato pieno riscontro.

Gli accertamenti esperiti sulla documentazione a corredo delle opere consentivano di dubitare dell’autorevolezza scientifica e di individuare numerosi passaggi contraddittori nei certificati di autenticità e provenienza. In tale quadro la Procura della Repubblica di Spoleto emetteva ulteriori decreti di perquisizione e sequestro, eseguiti in Modena, Firenze e Venezia, che  consentivano di individuare un attrezzatissimo laboratorio per la falsificazione, nella disponibilità di un pensionato modenese, e di sequestrare, per il sospetto di falsità, ulteriori 9 dipinti e 10 disegni attribuiti ad Amedeo MODIGLIANI, 13 dipinti attribuiti a Lucian FREUD, 2 dipinti attribuiti a Antonio BUENO, 1 dipinto attribuito a Maurice UTRILLO. Contestualmente venivano sequestrati anche numerosi timbri, sigilli e vecchie etichette, nonché materiale idoneo alla falsificazione, riscontrato anche sul retro dei quadri.

Alcune delle opere in sequestro, tutte corredate di certificazioni di archiviazioni sottoscritte dal responsabile del  Concept bord dell’Istituto Amedeo Modigliani e dal Presidente dell’Istituto Amedeo Modigliani di Spoleto, erano state esposte nel corso della mostra “Gli amici di Modigliani e l’agguato sociale”, tenutasi presso la Casa Amedeo Modigliani di Spoleto in occasione del Festival dei due Mondi, dal 30 giugno al 4 agosto 2018, e prima ancora nel corso della mostra “Modigliani e l’Art Negre’”, tenutasi dal 20 giugno al 30 luglio 2017.

Il valore delle opere sequestrate, qualora fossero state immesse sul mercato come autentiche, ammonterebbe a centinaia di milioni di euro.

 

Il sindaco Leoluca Orlando, insieme al vice sindaco Fabio Giambrone, oggi ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione nel quartiere Sperone, di un murales dal titolo “Allattamento è comunità accogliente”, realizzato dal pittore Igor Scalisi Palminteri, presente in via XXVII Maggio con i rappresentanti dell'associazione de L'arte di Crescere, di Unicef, dell’ICS Sperone-Pertini.

L'opera che rappresenta una mamma che allatta il suo bambino, nasce all’ambito di un più ampio progetto promosso dall'Amministrazione comunale per incentivare l'allattamento materno, in collaborazione l'associazione di volontariato "L'arte di Crescere".

Il progetto si inserisce anche all'interno di un protocollo d’intesa stipulato tra lo stesso Comune di Palermo con alcuni artisti che grazie al loro impegno contribuiscono alla riqualificazione urbana, in particolare del quartiere Sperone.

“Porgo il mio apprezzamento per questa opera del pittore Scalisi Palminteri, augurandomi che anche gli altri quartieri palermitani seguano l'esempio dello Sperone. Questa opera è un chiaro messaggio che si può coniugare la bellezza estetica con i comportamenti. In questo caso l'arte ha confermato che sono importanti le cose semplici così come è importante l’allattamento”

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI