Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Martedì, 24 Novembre 2020

Taormina - Il 3D diventerà la normalità

3d

 

“Presto sarà tolta dai cartelloni pubblicitari dei film la scritta “3D” perché questo sistema diventerà la normalità”. Lo ha detto “il profeta del tridimensionale all’italiana”, Francesco Gasperoni, nell’ambito del campus Taormina del Filmfest destinato agli studenti. Gasperoni è una sorta di inventore del fai da te dell’immagine a tre dimensioni. “Per guardare le mie riprese – ha spiegato il regista - ho preso una scatola di cartone ed assemblato alcune apparecchiature che avevo a disposizione, costo complessivo dell’operazione, 200 euro. Se avessi dovuto acquistare uno schermo da regista, magari coreano, allora avrei dovuto sborsare 8mila500 euro. Il risultato, però, è lo stesso. Cercavo, poi, qui a Taormina, gli occhiali anaglifici. Tutto era chiuso. Sono andato in un supermercato ho comprato due bottiglie di acqua minerale in plastica rossa e blu, ho adattato il tutto ad una montatura ed il gioco è fatto”. Oltre a presentare in anteprima al Teatro Antico il suo “Parking Lot”, il primo film lungometraggio italiano interamente girato in 3D, Gasperoni offrirà al Festival di Taormina un esperimento. Durante le giornate di cinema, insieme alla sceneggiatrice ed attrice HarrietMacMasters-Green, ha utilizzato la tecnica in 3D per realizzare un cortometraggio, a soggetto, ambientato, appunto, nella cittadina turistica, di cui tutto il pubblico e gli attori presenti sono protagonisti. Il film è stato girato, montato, sonorizzato e musicato in queste ore. Sarà presentato, assieme al suo lungometraggio, un thriller psicologico, giovedì sera al Teatro Antico. “Il mio – ha detto Gasperoni - è un film a basso costo, forse quello meno costoso di tutta la storia del 3D, solo, circa, quattrocento mila euro”. Per quanto riguarda, invece, il cortometraggio, dal titolo “Taormina: the beginning” le riprese sono state realizzate anche alle quattro del mattino. Sarà questa un’autentica sorpresa.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI