Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 07 Luglio 2022

A Firenze la stella Michelin Pietro D’Agostino, ambasciatore della cucina siciliana nel mondo

triglia 3 dagostino

Anche lo chef Pietro D’Agostino, prima stella Michelin del ristorante la Capinera di Taormina, è stato protagonista allatre giorniorganizzata a Firenze,per il ventottesimo Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi.

Quest’anno l’evento, che si concluderà oggi, è stato organizzato all’interno della Stazione Leopolda, con un ricco programma fra dibattiti, convegni e incontri sul tema del “Cuoco 3.0 – Visioni Valori Vantaggi”.

E non poteva mancare il siciliano D’Agostino, ambasciatore nel mondo della cucina siciliana, chein occasione del primo dei cooking show che si sono avvicendati nella splendida location fiorentina ha presentato la sua Triglia Croccante.Una Avant premiere creata appositamente per la kermesse nazionale per presentare la Sicilia in tavola: dal pesce azzurro dello Jonio, ai funghi porcini dell’Etna, dalle patate di Giarre alla cipolla di Giarratana, è stato un tripudio di sapori e colori molto apprezzato dai critici. “Abbiamo avvolto la trigliain un lardo pancettatodei suino nero dei Nebrodi, accompagnandolo con crema di melanzane per ricordare che la nostra terra è mare ed Etna insieme–ha spiegato al pubblico D’Agostino – e per finire abbiamo messo una spolveratadi cannella per dare untocco aromatico al piatto”.

All’evento è presenteanche Nazionale Italiana Cuochi, organo rappresentativo della FIC, ambasciatrice dei cuochi e della cucina italiana in ogni competizione, in Italia e all’Estero.

Un congresso, dunque, all’insegna dell’apertura e del confronto, per essere protagonisti preparati in un mondo in continua evoluzione. Tre giornate dedicate a visioni che stimolano la creatività, perché quella del cuoco è una professione che guarda avanti. Valori sociali, perché il cuoco ha delle responsabilità nei confronti dei produttori e dei consumatori, valori promozionali, per far conoscere un territorio attraverso i piatti e le sue eccellenze, e valori gustativi. Vantaggi economici e sociali che vanno oltre la filiera dell’agroalimentare.

triglia 4 dagostino 

Bio Pietro D’Agostino

Il quarantaduenne Pietro D’Agostino è nato a Taorminae lì ha cominciato a frequentare l’accademia culinaria. Volato a Londra a21 anni, gli si sonosubito spalancate le porte dell’Hyde Park. Neppure due anni più tardi ha inauguratoinvece il ristorante del Grand Hotel Costa Esmeralda in Costa Rica. A 24 anni,chiamato al Dorchester della capitale britannica, ha realizzato un banchetto raffinatissimo per il sultano del Brunei. A 26 si è imbarcato sulla Disney Cruise Line (Walt Disney World Group), firmando la ristorazione italiana per tutti i più importanti uomini politici che accorrono in Florida. Tornato in Italia a28 anni è stato l’executive Chef del ristorante Torpedo dell’Hotel Le Meridien Lingotto di Torino, cucinando con la sua brigata per i giocatori e staff della Juventus. A 30 anni, lo ha chiamato il ristorante Il Gattopardo del Grand Hotel Mazzarò Sea Palace a Taormina, il rinomato cinque stelle lusso della Perla dello Ionio a dirigere una cucina con ben 22 chef. Ma è a 31 anni che D’agostino ha coronato il suo sogno: aprire un suo ristorante, la Capinera, dove esprimere tutte le ricchezze della cucina siciliana con una creatività intelligente e innovativa.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI