Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Novembre 2020

Viaggio tra le Macchine di Leonardo in collaborazione con “Taormina Arte”

304378_496115850413136_702110192_n

 

Sabato 20 è il gran giorno delle macchine di Leonardo da Vinci a Taormina. Verrà inaugurata infatti la mostra “Le macchine di Leonardo da Vinci” , inserita nel cartellone di Taormina Arte che si svolgerà alla Chiesadi San Francesco, messa a disposizione dal nuovi sindaco di Taormina Eligio Giardina e da tutta la sia Giunta che hanno mostrato particolare interesse per tutto il progetto. Progetto che verrà presentato sbato pomeriggio alle 17,30 con un convegno che si svolgerà nei locali dell’Archivio storico di Taormina e sarà aperto dal pro. Salvo Noè doecnete nella facoltà di psicologia di Catania. Interevvà anche il prof. Giuseppe Patanè doecnte nella facoltà di geofisica e vulcanologia dell’Unoiversità di Catania e, dall’Istituto tecnico Arccimededi Catania, i vincitori del campionato mondiale di robottica.

Uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento italiano, Leonardo da Vinci incarnò in pieno lo spirito universalista della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell'arte e della conoscenza. Fu pittore, scultore, architetto, ingegnere, matematico, anatomista, musicista e inventore, ed è probabilmente il più conosciuto tra i protagonisti della cultura di tutti i tempi e di tutti i luoghi.
Da sempre viene definito come Il Genio Universale per la sua vivace curiosità e per la sua mente speculativa, che lo hanno portato a spaziare in ogni campo del sapere umano del suo tempo: dalle invenzioni e creazione di macchine all'architettura, alla botanica, alla fisiologia, alla fisica, alla filosofia, alle lettere, alla pittura ed alla scultura. Utilizzando tutti gli strumenti a sua disposizione e integrando le proprie competenze, Leonardo da Vinci ha dedicato la sua vita e le sue opere all'indagine della realtà.
Attraverso i codici, scritti e disegni in forma di appunti che ha redatto lungo tutto il corso della sua vita, Leonardo dà vita ad un corpus di opere d’incomparabile ricchezza e allostesso tempo di grande congruità dettata da uno scopo sublime e universale: capire.

Un imponente e singolare lavoro, eseguito con minuzia dallo staff della Famiglia Niccolai che ha lavorato al fine, di realizzare vere e proprie macchine, tutte funzionanti, di grandi dimensioni, e costruite con procedimenti speciali: le macchine, che non potranno mai essere definite solamente "modelli", sono realizzate interamente in legno e questo ha richiesto l'impegno sia di sofisticate tecnologie sia di particolari abilità umane.

La Mostra è presente in tutto il mondo:: Australia, Usa, Spagna, Brasile, Cina, Germania, Polonia, Austria, Romania, Brasile, Emirati Arabi, Francia, Finlandia, Nuova Zelanda, Italia. E ora anche a Taormina grazide alla signora Gabriella Capizzi, organizzatrice della mostra, e a Taormina Arteche ha voluta inserirla nel suo cartellone.

E così per la prima volta, saranno presentate le Macchine di Leonardo, attraverso prototipi di straordinario interesse, ricostruiti fedelmente, sulla base dei disegni dei Codici Vinciani. In esposizione, circa 35 opere realizzate in legno, metallo, cordame e stoffe dell’epoca, con la supervisione del Prof. Carlo Pedretti, esperto dei Codici Vinciani nonché Direttore del centro “ Armand Hammer” dell’università della California. Due teche di Anatomia, che riguardano gli studi di Leonardo, sul feto umano ed il cuore. Una collezione di abiti del 400 e 500 del costumista catanese Angelo Butera.

Le “macchine” presentate, hanno inoltre la caratteristica di essere interattive, aspetto fondamentale per suscitare nel visitatore non solo una intensa esperienza percettiva, cognitiva, ma anche sensoriale, attraverso il contatto diretto con la “materia di Leonardo”. Il valore e l’importanza culturale e scientifica della mostra intende richiamare l’interesse del vasto pubblico, dalle scuole primarie, agli studenti universitari, appassionati, storici e più in generale ai visitatori italiani e stranieri attratti dell’evento scientifico-culturale.

Luci e musica vi accompagneranno attraverso i 300 mq espositivi della Chiesa di San Francesco di Paola, allestiti opportunamente, per accogliere al meglio i nostri visitatori. La mostra propone visite guidate, condotte da personale qualificato che accompagnerà il pubblico per circa un'ora, all'interno delle sale. La mostra, in 10 anni di esposizioni in tutto il mondo, ha raccolto 5 milioni di visitatori.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI