Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 18 Aprile 2021

Pari opportunità. Una rete nazionale per contrastare le violenze di genere

Confusione, paura, vergogna sono alcuni degli elementi che inibiscono la denuncia verso la violenza fisica, sessuale, psicologica o lo stalking che le donne subiscono in famiglia o in situazioni extrafamiliare. Per l’emersione e il contrasto al fenomeno, a cui giornalmente  sono assoggettate su tutto il territorio nazionale migliaia di donne italiane e straniere, è stato siglato  un protocollo d’intesa tra la Provincia regionale di Catania e la presidenza del Consiglio dei ministri –Dipartimento per le Pari opportunità, nelle persone dei legali rappresentanti rispettivamente Massimo Condemi e Giuseppe Castiglione.  Grazie all’accordo la Provincia di Catania entra a far parte della Rete nazionale antiviolenza del Dipartimento, come ambito territoriale di Rete (ATR).

Il Dipartimento delle pari opportunità ha già attivato, dal 2006, il numero telefonico di pubblica utilità 1522 contattabile da tutti i residenti in territorio nazionale ogni giorno e per ventiquattr’ore consecutive, dove le donne in assoluto anonimato possono essere ascoltate e indirizzate per intervenire nel sistema di intervento locale (centri antiviolenza, servizi socio-sanitari, forze dell’ordine ecc.).

“Stiamo affrontando il grave problema della violenza di genere che purtroppo spesso si individua solo quando l’efferatezza delle azioni emerge dalle pagine di cronaca nera dei quotidiani – ha detto  il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione-. I soprusi normalmente avvengono tra le mura domestiche e questo inibisce le vittime nel prendere la decisione di affrontare drasticamente il problema. La Rete nazionale ha quale obiettivo il potenziamento dei servizi da offrire alle vittime della violenza e tramite l’assessore provinciale di riferimento, Pippo Pagano, abbiamo individuato quale referente istituzionale della Provincia il dott. Giovanni Ferrera dirigente dei servizi sociali. Un impegno che l’Amministrazione provinciale ha deciso di onorare – ha concluso il presidente Castiglione- per promuovere strategie di intervento e per aiutare le vittime di turno a fronteggiare il grave problema sociale con decisioni che offrano soluzioni meno traumatiche da concordare insieme alle strutture locali referenti”.

A Catania è stata individuata l’associazione “Thamaia” quale organismo specializzato a supportare le domande di aiuto delle vittime della violenza di genere a stalking, che è possibile contattare al numero 095-7223990 nei giorni dispari della settimana dalle ore 9 alle 13, e il martedì e giovedì dalle 16 alle 19.

E’ inoltre suggerito visitare per ulteriori notizie i portali internet: www.antiviolenzadonna.it e www.pariopportunita.gov.it

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI