Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 25 Ottobre 2021

Siglato ieri a Catania protocollo d’intesa tra Parco Scientifico e Tecnologico e Sviluppo Italia Sicilia

Da un lato la promozione d’impresa, gli investimenti e la produttività che caratterizzano Sviluppo Italia Sicilia, dall’altro l’innovazione e la ricerca che distinguono il Parco Scientifico e Tecnologico, entrambe società partecipate della Regione. Un’iniziativa strategica – rivolta soprattutto alle giovani generazioni – che prende vita grazie al protocollo d’intesa che è stato siglato ieri (29 febbraio), dall’Ambasciatore Umberto Vattani, presidente di Sviluppo Italia Sicilia, e dal Professore Marco Romano, presidente del Parco, presso l’Incubatore di Imprese di Sviluppo Italia Sicilia.

 

Insieme per un’operazione che ha l’obiettivo di qualificare e potenziare il grado di attrattività dell’Isola nei confronti degli investitori nazionali ed esteri. I due enti si sono impegnati infatti a collaborare per «favorire la crescita del tessuto imprenditoriale siciliano, sostenere la nuova imprenditorialità attraverso azioni mirate alla diffusione della cultura d’impresa, agevolare il sistema del trasferimento tecnologico tra mondo della ricerca e le imprese» come si legge nel testo del protocollo.

 

In termini organizzativi ciò si traduce nell’istituzione di gruppi di lavoro paritetici che individuino le linee di azioni da seguire per raggiungere tali finalità; nell’intento del Parco e di Sviluppo Italia Sicilia di mettere a disposizione spazi attrezzati, piattaforme e servizi destinati a nuove unità imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico; nella disponibilità di ricercatori ed esperti per contribuire alla diffusione della cultura dell’innovazione. In altre parole si tratta di un disegno organico, di un training mirato, che accompagni le imprese nella scoperta e nell’impiego di nuove idee di successo.

 

«I destinatari, e dunque i protagonisti principali, di questo progetto non possono essere che quei giovani e quelle aziende che desiderano innescare processi virtuosi di creazione e sviluppo d’impresa – affermano i due presidenti Romano e Vattani – è importante che a monte della fase di produzione ci sia la valorizzazione dei risultati della ricerca scientifica, così come è significativo creare realtà concrete in cui le nuove menti siciliane possano spendersi. Inoltre intendiamo coinvolgere in questa operazione altri soggetti, sia pubblici che privati, per realizzare di azioni di cooperazione e sviluppare progetti comuni».

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI