Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 29 Novembre 2020

Inaugurato il salone dell’arredamento “habita 2012”

habita pubblico

 

Un’inaugurazione inedita quella di stamattina al Salone dell’arredamento “Habita” – ospitato al centro fieristico Le Ciminiere – dove l’organizzatore e direttore di Eurofiere Alessandro Lanzafame ha affidato il taglio del nastro, in segno di sentito ringraziamento, agli espositori della fiera, protagonisti autentici della manifestazione espositiva.
«La maggior parte degli standisti sono marchi a livello nazionale – ha spiegato Lanzafame – che anche quest’anno, come nelle scorse edizioni, presentano concretamente i prodotti e le tendenze innovative del settore del mobile, nel senso che i visitatori non sfoglieranno freddi cataloghi ma entreranno davvero negli spazi arredati, potranno scegliere la loro casa vivendo realmente l’atmosfera abitativa, o meglio al plurale, le atmosfere, perché il ventaglio di stili contempla tutti gli ambienti e accontenta tutti i gusti. È questa un’opportunità che nel Sud Italia solo il nostro Salone offre, al punto da candidarsi come evento leader del settore».

habita taglio nastro


Il suggestivo living estetico della fiera, che affascina i presenti fin dal primo corridoio, dunque implica un impegnativo allestimento, la cui riuscita e i tempi in questi giorni sono stati messi a rischio dalle conseguenze della protesta degli autotrasportatori, che hanno causato il ritardo della consegna dei mobili. «Superato il momento d’impasse – ha concluso Lanzafame – il salone Habita è adesso completo per offrire al grande pubblico lo spettacolo del “vivere bene”».
Tra le esposizioni più curiose quella realizzata dall’Ordine, dalla Fondazione e dal Coordinamento Giovani degli Architetti della provincia di Catania, dove è necessario posizionarsi secondo uno specifico punto di vista per godere dell’effetto ottico dell’“anamorfosi”, secondo cui un’immagine proiettata su uno o più piani distorti è riconoscibile solo guardandola da un’esatta posizione.
«Gli Architetti sono presenti ad Habita grazie e soprattutto ai giovani professionisti – ha dichiarato il presidente dell’Ordine Luigi Longhitano – sono le loro idee, la loro passione, la loro qualità, l’innovazione che vogliamo mettere in mostra. Desidero ringraziare i nostri delegati per le politiche giovanili Simona Mazzeo e Fabrizio Russo, e chi li ha affiancati in questo progetto: Giorgia Amato, Ettore Mangione, Roberta Marcantonio, Giuseppe Messina, Emanuela Richichi, Simona Scammacca, Cecilia Tosto».

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI