Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 28 Ottobre 2020

Hamm e Crotone, un'amiciz…

Ott 07, 2020 Hits:1063 Crotone

Cerrelli: “Vile attacco a…

Set 14, 2020 Hits:1565 Crotone

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:1085 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1788 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:2549 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:2050 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:2043 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1993 Crotone

Acireale - Dimensionamento scolastico, rimodulata posizione di Santa Maria Ammalati

La Giunta Garozzo ha votato una delibera con cui, mantenendo sette istituti comprensivi così come stabilito dalla stessa Giunta in data 6 dicembre 2011, ha operato una rimodulazione alla Proposta di Razionalizzazione degli istituti scolastici relativamente al plesso di Santa Maria Ammalati. Con la delibera votata ieri, il plesso  farà parte di un unico istituto comprensivo.

L’Amministrazione, infatti, ha tenuto conto dalle richieste manifestate dal territorio in merito alla esigenza che il plesso stesso appartenesse ad un unico istituto comprensivo.

Pertanto la proposta di razionalizzazione scolastica risulta così configurata:



I.C. Primo circolo + Piano D’Api (materna, elementare e media) 819 alunni;

I.C. Secondo circolo + S.M.Ammalati (materna, elementare e media) + S.Domenico Savio  630 alunni;

I.C. Arista (Scillichenti e Guardia) + III Circolo  672 alunni;

I.C. IV Circolo + Galileo Galilei  937 alunni;

I.C. Fuccio La Spina + Loreto + S.Cosmo  624 alunni;

I.C. Paolo Vasta + S.G. Nepomuceno  900 alunni;

I.C. Giovanni XXIII + Wagner + Sciuti 615 alunni.


“Il riesame della posizione del plesso di Santa Maria Ammalati, è stato correttamente sollevato dai residenti e dalle famiglie anche nel corso di un affollato incontro a cui abbiamo preso parte assieme all’assessore Nives Leonardi – dice il sindaco Nino Garozzo -. Abbiamo ascoltato e ci siamo impegnati a valutare tutte le possibili soluzioni che, senza intaccare il numero le istituzioni scolastiche, consentissero il soddisfacimento della richiesta. Pertanto, ritenuto che, in linea di principio, tutti i plessi debbano per intero appartenere alla stessa istituzione scolastica e che questo non comporta sacrifici per le altre scuole o disagi e difficoltà per le famiglie, abbiamo ritenuto di sottoporre all’attenzione dell’Ufficio provinciale scolastico e degli altri organi competenti questa ipotesi di razionalizzazione che, a nostro avviso, accontenta ogni richiesta e risponde ai requisiti di territorialità, razionalità, mantenimento delle istituzioni scolastiche e salvaguardia dei posti di lavoro, direttrici che ci eravamo dati sin dall’inizio”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI