Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 07 Marzo 2021

Adoc: la somma delle manovre nazionali a Catania e in Sicilia costerà fino a giugno 2340 Euro

Il conto per le famiglie catanesi della manovra finanziaria nazionale è salatissimo e pari a circa 2340 Euro, se si ha una casa di proprietà. I cittadini e consumatori si devono quindi preparare a cancellare le spese per cinema, ristorante, bar e vacanze emodificare ulteriormente le loro scelte in termini di consumi quotidiani. “Il salasso sarà pesantissimo e avrà effetti devastanti, non solo per i redditi famigliari ma per la stessa vita e capacità di accoglienza della città.”
A dichiararlo è Claudio Melchiorre, presidente Adoc Catania.
“E' importante sottolineare che gli aumenti decisi dal Governo Monti andranno esclusivamente a beneficio dei Comuni e della Regione andando a premiare, nel nostro caso, enti tra i meno virtuosi ed efficaci nella spesa che la Storia Repubblicana ricordi -afferma Melchiorre. Dobbiamo infatti considerare che nella maggioranza, le municipalità siciliane e la Regione, negli ultimi dieci anni in particolare, non solo non hanno realizzato investimenti significativi o ideato un progetto di sviluppo, ma non sono state nemmeno in grado di garantire la manutenzione del capitale esistente, a fronte di un indebitamento abnorme.”
Il presidente Adoc punta il dito su due effetti perversi di questa nuova imposizione: “Il sollievo dei conti comunali e regionali prevedibile è puramente aleatorio, considerato che il debito delle famiglie siciliane è già molto alto e non sono mediamente in grado di pagare 2000 Euro, mentre togliere 2300 Euro ogni anno dalle famiglie, comporterà l'azzeramento della spesa voluttuaria. Insomma, per i catanesi in futuro niente vacanze e pochi acquisti." Secondo L'Adoc, questo comporterà una desertificazione commerciale che va prevenuta sin da oggi con forme di solidarietà e intervento pubblici e privati massicci per la ripresa economica che oggi è ancora più urgente.
Adoc ricorda poi che il prelievo sarà talmente alto che si dovranno mettere immediatamente in campo misure per ridurre i costi di trasporto, cultura e istruzione, aumentare sistemi solidaristici e mutualistici per affrontare la vita quotidiana. Adoc ha quindi rivolto un appello pubblico per la realizzazione di un forum per il rilancio economico che possa produrre risultati a Catania entro i prossimi tre mesi. “Non far nulla -ha concluso Melchiorre - significa accettare passivamente il declino, nell'illusione che conti pubblici a posto sulla carta, possano risolvere ogni cosa. Ma il risveglio sarebbe brusco e probabilmente doloroso.”
Analisi su base reddituale dell'impatto della manovra finanziaria su una famiglia catanese o siciliana
Costi dovuti ad aumenti combinati dell'addizionale Iva del Governo Berlusconi, aumento dell'Irpef regionale e aumento delle accise sui carburanti, compresi gli effetti di trascinamento e le attese sugli aumenti futuri.
Famiglie povere con 12.000 Euro di reddito annuo: 240 € anno
Media borghesia 21.000 € reddito: 660 € anno
Le imposte di bollo sui dossier titoli non sono considerate.
Per l'Ici, il valore medio finale della nuova imposta sarà di 1680 Euro, pari al 8% del reddito per la sola Ici-IMU.
In sostanza, una famiglia di reddito medio che abbia una casa di proprietà si ritroverà con costi e tasse aggiuntivi per circa 2340 Euro, con un impatto pari a quasi il 12% del reddito.
Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI