Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Domenica, 28 Febbraio 2021

Un milione di euro dal Comune per una nuova scuola nel quartiere Canalotto

E' stata risolta dal Tar di Catania (a cui si era rivolta una delle ditte) la “querelle” fra le imprese che avevano concorso alla gara d'appalto – integrato con progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori – per la costruzione della nuova scuola di via Gela, nel quartiere Canalotto, da realizzarsi con struttura in legno secondo principi di bioarchitettura e destinata a ospitare classi di materna ed elementare. La pronuncia del Tar dà il via libera all'aggiudicazione definitiva dell'appalto, che avverrà a breve, aprendo quindi la strada all'avvio dei lavori. L'importo complessivo dell'opera è di un milione di euro (acquisiti dall'Ammnistrazione attraverso un mutuo). Secondo i tempi adesso indicati, la nuova scuola potrà essere pronta per l'avvio dell'anno scolastico 2012/2013.

Il progetto di massima contempla la costruzione, nell'area adiacente all'attuale istituto, di un edificio su due piani (terra e primo), per un'ampiezza complessiva di poco inferiore ai 1000 metri quadrati, oltre alla realizzazione di spazi verdi all'esterno. La nuova struttura sarà realizzata con l'abbattimento delle barriere architettoniche e secondo le previsioni della nuova normativa sulla sicurezza antisismica.

“Il ricorso alla bioarchitettura – sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici, Mario Polizzi – farà di questo istituto e delle scelte progettuali a cui è ispirato un esempio da seguire in ambito regionale, perché comporterà alti gradi di sostenibilità e un elevato livello di qualità della vita all'interno dell'edificio grazie a una particolare attenzione nell'organizzazione degli spazi, nella scelta dei materiali, nello sfruttamento del sole, della ventilazione naturale e del clima. Andremo incontro alle legittime esigenze degli alunni, delle loro famiglie e del personale scolastico. Prosegue – aggiunge l'assessore Polizzi – l'impegno dell'Amministrazione per la piena razionalizzazione delle risorse con il ricorso a edifici di proprietà (come già accaduto con i tanti uffici comunali trasferiti nell'ex Educandato San Luigi e l'utilizzo per fini scolastici del ristrutturato immobile ex Omni) e il conseguente venir meno di canoni di locazione in alcuni casi anche onerosi”.

“Una sempre maggiore sicurezza e piene condizioni di fruibilità degli edifici e dei servizi da parte di studenti e personale scolastico – sottolinea il sindaco Francesco Pignataro – costituiscono una priorità per l'Amministrazione, che riconosce l'importantissima funzione sociale ed educativa svolta dalle istituzioni scolastiche. Una sicura particolarità è rappresentata dal ricorso a tecniche costruttive innovative, utilizzate con vantaggi tangibili, come ho già avuto modo di verificare insieme al dirigente Utc Ignazio Alberghina, in alcune realtà del Nord. Si tratta – conclude Pignataro – di un primo, ma significativo segnale per far sì che l'Amministrazione sia promotrice di un nuovo modo di intendere l'abitabilità degli edifici”.

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI