Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Venerdì, 06 Dicembre 2019

Politiche della Scuola, Dimensionamento scolastico: ecco le novità

Catania avrà il quarto liceo musicale della Sicilia. La sede sarà a Librino, nei locali dell’ex scuola media “Brancati” assegnati adesso al “Lucia Mangano”, un istituto che arricchisce così la sua offerta formativa. Il Liceo musicale e coreutico darà la possibilità di proseguire gli studi specialistici ai ragazzi che sono stati già avviati allo studio della musica. La novità è stata annunciata dal presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione, nel corso della conferenza stampa sul dimensionamento scolastico, imposto dalla legge regionale per gli istituti con un numero di studenti inferiori a 500. “Vogliamo dare alle famiglie e ai ragazzi i migliori indirizzi scolastici. Il mercato richiede informatici, giovani esperti in biotecnologie e nelle energie rinnovabili, grafici competenti di marketing, enologi e agronomi, ottici e chimici, ceramisti e artigianati di qualità, agronomi capaci di gestire l’ambiente, addetti a servizi turistici e di enogastronomia. Per questo motivo abbiamo deciso di creare nuovi indirizzi di studio e di accogliere le proposte che ci sono pervenute dai presidi, dai sindacati, dai sindaci. Sebbene alcune scuole secondarie non hanno il numero minimo di studenti richiesti dalla legge, esse continueranno a vivere con la propria autonomia perché svolgono un ruolo di accrescimento del tessuto culturale. Tali scuole sono: l’Istituto per la Ceramica di Caltagirone; l’IIS di Palagonia, l’IIS “Orlando” di Militello con sez. staccata di Vizzini; gli Istituti agrari “Mazzei” di Giarre ed “Eredia” di Catania; il Liceo Artistico “Guttuso” di Giarre”.

Presenti in conferenza stampa anche l’assessore provinciale alle Politiche scolastiche, Salvo Licciardello, il segretario generale dell’Ente Francesca Ganci (già responsabile delle Politiche scolastiche), il presidente della Commissione provinciale Cultura e Pubblica istruzione Marco Luca, la funzionaria Rita Arcidiacono.

La proposta di dimensionamento per l’anno scolastico 2012/2013 prevede i seguenti nuovi accorpamenti: ad Acireale l’indirizzo turistico, assegnato all’IIS “Brunelleschi” andrà al ITC “Majorana” e accorpamento tra Istituto magistrale “Regina Elena” e IPSIA “Meucci”. A Giarre saranno accorpati l’Istituto “Olivetti” con l’IPSIA “Majorana-Sabin”. Sempre a Giarre, accorpamento dell’Istituto “Pantano” con l’IIS “Rizzo e Colajanni”. A Caltagirone accorpamento dell’IIS “Cocuzza” con l’ITI “Euclide”. A Maniace aggregazione dell’Alberghiero con il “Radice” di Bronte. A Catania, infine, accorpamento dell’Istituto professionale “Olivetti” con l’Istituto tecnico “De Felice”.

Al dimensionamento seguirà, da parte dell’Amministrazione una attività volta alla razionalizzazione, che è stata preannunciata dall’assessore Licciardello: “Continueremo ad abbattere le spese, risparmiando grosse somme utilizzate sinora per pagare gli affitti degli immobili in cui sono ospitate alcune scuole. Tra le altre cose, dall’anno prossimo scadranno alcuni contratti di affitto che non saranno più rinnovati”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI