Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 15 Aprile 2021

inauguarata “stop allo 048 degli oggetti”, la luce dell’arte sui rifiuti

opera 1

 

“I rifiuti sono una pessima invenzione”. Trova tutti d’accordo la frase pronunciata da un rappresentante dell’associazione “Rifiuti zero” ieri (sabato 22 ottobre) all’inaugurazione di “Stop allo 048 degli oggetti”, arte contemporanea in mostra. «Un'iniziativa nata per risvegliare le coscienze su temi che, proprio come gli oggetti vittime del consumismo sfrenato, sono soggetti al “rigetto” e aumentano di proporzione e impatto sulle nostre vite come i rifiuti che invadono le città», come ha spiegato l’ideatrice Daniela Aquilia, introducendo la conferenza che ha preceduto l’apertura della mostra al pubblico, al padiglione C2 delle Ciminiere. A tagliare il nastro il vice presidente della Provincia Regionale di Catania Giovanni Ciampi, insieme al Capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, all’assessore comunale all’ambiente Claudio Torrisi, al coordinatore dell’Osservatorio rifiuti Catania Vincenzo Piccione e a Marilisa Spironello di “Ideattiva”, l’associazione che insieme a “Spaziovitale in” ha promosso l’evento.

Un progetto subito sposato dalla Provincia «da sempre sostenitrice di eventi come questo - ha sottolineato Ciampi - che coniugano perfettamente il messaggio sociale del rispetto ambientale a quello culturale dell’arte come veicolo di reinserimento». Dunque “stop” alle ombre su tematiche “scomode” come il barbonismo, la malattia mentale, la prostituzione o la tossicodipendenza: «Ma anche stop alle cose da buttare – ha aggiunto Torrisi – a favore di una raccolta rifiuti più consapevole da parte del cittadino, anche sulla scia del programma di differenziata che il Comune porta avanti».

panoramica mostra


LA MOSTRA – IL PROGRAMMA Ingranaggi assemblati a plastica colorata, farmaci, specchi, legno e pcv lavorati insieme, led e fil di ferro misti a carta di giornali: sono centoventi le opere in mostra (tra installazioni, pittura, video, foto, design), sette i laboratori promossi dalle associazioni ambientaliste Rifiuti zero, Greenpeace, Legambiente, Orione e Wwf, dall'Associazione Musicoterapeuti Professionisti Siciliani (nella persona del Dott. Branca) e dalla Stamperia Braille di Catania (Direttore Pino Nobile). E ancora workshop e convegni per un’offerta trasversale.

La mostra sarà visitabile gratuitamente nel padiglione C2 delle Ciminiere, ore 9.00/13.30 – 16.00/19.30, sabato e festivi inclusi, escluso lunedì: le mattine saranno dedicate alle attività laboratoriali rivolti alle scuole di I e II grado, curati da Marilisa Spironelle e Patrizia Aquilia.

GLI ARTISTI: Francesco Arena, Daniela Aquilia, Michele Astuto, Riccardo Badala’, Letizia Biondo Marlon Bocchini, Alessandro Boezio, Simona Brance’, Giovanni Bucalo, Claudio Caratozzolo, Susanna De Paolis, Ombretta Di Bella, Stefania Di Filippo, Alessandra Fazio, Graziana Giunta, Gianluca Lampione, Malerba Carolina, Manuel Mandara’, Elisa Marchese, Francesco Messina, Marco Mondani, Tiziana Musmeci, Danilo Nicolosi, Francesca Nobile, Marzia Paladino, Giuseppe Pomidoro, Alessandro Rietti, Leandro Russo, Ezio Scandurra, Daniela Sciuto, Gabriella Scuto, Luigi Sequenzia, Claudia Spina, Marilisa Spironello, Marco Placido Stissi, Maria Vittoria Torrisi, Anna Tusa, Salvina Valastro, Stefania Verderosa, Vladyart.

opera 4

 



Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI