Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Giovedì, 24 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:476 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1223 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1960 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1491 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1470 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1438 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1712 Crotone

Bilancio, i motivi del no di La Rosa e Montemagno

Il no espresso al Bilancio di previsione del comune di Catania – affermano Puccio La Rosa (FLI) e Franco Montemagno (API) – rappresenta la ferma contrarietà ad un sindaco che con il suo terzo esercizio finanziario dimostra con chiarezza di non avere una politica di sviluppo per la città. L’importante documento di programmazione – aggiungono gli esponenti di FLI e API in consiglio comunale – non contiene alcuna indicazione utile a Catania per recuperare terreno in settori chiavi quali la cultura, le attività produttive, il turismo, la sicurezza, l’urbanistica limitandosi a rappresentare un semplice “compitino ragionieristico” di un amministratore di condominio”. L’approvazione – proseguono Puccio La Rosa e Franco Montemagno - in aula, che dimostra la sensibilità dei gruppi consiliari presenti, dei nostri emendamenti in favore degli oratori, per combattere la devianza minorile, il bullismo, per fare crescere lo sport, promuovere politiche per i giovani e i soggetti svantaggiati e per fronteggiare l’emergenza abitativa dimostrano che senza aumentare la spesa e a cosiddetto saldo invariato e possibile una politica di bilancio più attenta ai bisogni veri di Catania e dei catanesi. Un’osservazione, infine, - concludono La Rosa e Montemagno – l’atteggiamento dialogante dei gruppi consiliari di MPA, PDL e PID che ha indotto l’assessore Bonaccorsi ad un confronto costruttivo, con chi come noi presentava proposte concrete, dimostra che arroganza e “miope” arroccamento su posizioni di forza, poi dimostratesi inesistenti, manifestate in questi giorni dal primo cittadino non pagano e danneggiano la città. L’auspicio – concludono i due esponenti di FLI e API – è che adesso si riesca sempre più a sviluppare una politica d’aula che indirizzi verso strade migliori la città e superi la disastrosa esperienza Stancanelli.

 

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI