Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Lunedì, 21 Settembre 2020

Grande successo per la mo…

Set 11, 2020 Hits:412 Crotone

Ad Amadeus il "Premi…

Ago 27, 2020 Hits:1181 Crotone

Le colonne d'oro di Miche…

Ago 04, 2020 Hits:1917 Crotone

Centro storico ripulito d…

Ago 03, 2020 Hits:1450 Crotone

Nuovo look per Isola Capo…

Lug 21, 2020 Hits:1427 Crotone

Michele Affidato firma i …

Lug 16, 2020 Hits:1396 Crotone

Cerrelli: Crotone campo p…

Lug 07, 2020 Hits:1669 Crotone

San Berillo si riveste di bellezza

San Berillo 1

 

San Birillo si riveste di bellezza. Il “quartiere proibito” si apre alla città con una mostra di pittura, nei pomeriggi del 22 e 23 settembre, grazie alla Provincia di Catania che ha sposato il progetto elaborato da REBA, associazione culturale che può contare anche sulla collaborazione di Carmen Consoli. L’idea è quella di recuperare la “centralità” di quartieri antichi, valorizzandone le identità culturali e le risorse artistiche e ambientali per l’attrattività turistica e lo sviluppo economico. «L’arte – ha detto il presidente Castiglione – è un ottima leva su cui puntare per la rinascita della città. Dovremmo mettere in rete alcuni dei nostri splendidi edifici collocati nel centro storico e creare una grande area culturale, capace di attrarre turismo e di aumentare le opportunità di benessere per tutti i cittadini. Immagino ad esempio un museo d’arte contemporanea a Palazzo Minoriti, che faccia da cerniera con altri punti di notevole interesse quali sono i Benedettini, Castello Ursino, il Duomo, il teatro e non ultimo l’antico quartiere di San Berillo».

L’assessore provinciale alla Cultura, Giovanni Ciampi, che si è fatto portavoce del progetto con il presidente Castiglione, rivela: «Il mio sogno è quello di fare dell’ex quartiere a luci rosse una sorta di Montmartre parigina, in cui i turisti possano passeggiare nelle bellissime viuzze del rione tra i lampioncini in stile ottocentesco e i palazzi nobiliari, respirando la vivacità artistica e culturale che questa città si merita»

«“Architettura proibita” – spiega l’architetto Renato Basile, fondatore e presidente di REBA – è una manifestazione artistica con undici sezioni dedicate alla riscoperta del centro storico, attraverso le opere degli architetti locali, nazionali ed internazionali. L’idea è quella di trasformare un quartiere, che allo stato attuale si presenta in condizioni fatiscenti e con dei palazzi nobiliari spesso ridotti a ruderi, in un grande parco culturale, una galleria d’arte a cielo aperto. Ringrazio la Provincia di Catania per aver creduto in questo progetto così ambizioso e anche gli imprenditori che negli anni hanno investito nel quartiere. Con queste iniziative cerchiamo di dargli coraggio».

Ogni artista parteciperà al primo appuntamento di “Architettura proibita” con un’opera inedita e mai esposta in precedenza. Il vincolo è quello di utilizzare anche materiali naturali, organici, per creare un rapporto diretto tra l’opera e l’ambiente circostante. La manifestazione si svolgerà nel quadrilatero tra via A. Di Sangiuliano, via Coppola, via G. Di Prima e via Ventimiglia.

 

Pubblicità laterale

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI