Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Create an account

Fields marked with an asterisk (*) are required.
Name *
Username *
Password *
Verify password *
Email *
Verify email *
Captcha *
Reload Captcha
Mercoledì, 08 Luglio 2020

Gravina di Catania - Rapisarda: “basta coi tagli, siamo in forte difficoltà”

“Cari concittadini, oggi dirò al Sig. Prefetto e al Ministro dell’Interno che il Comune di Gravina di Catania non è più in grado di dare i servizi ai cittadini. Chiuderò simbolicamente l’ufficio Anagrafe e stato civile”. Così il sindaco di Gravina di Catania Domenico Rapisarda in una missiva ai suoi concittadini, pubblicata sul sito del Comune e disponibile in fotocopia a Palazzo di Città, annuncia la protesta. “Si tratta – aggiunge Rapisarda nella lettera – di una protesta molto forte, contestuale in tutti i Comuni italiani, del tutto simbolica e che non causerà disagi alla popolazione e, men che meno interruzioni di servizi, come deliberato dallo stesso Direttivo ANCI, alla quale siamo arrivati perché non siamo riusciti a far cambiare una manovra economica necessaria ma sbagliata nelle parti che riguardano le Province e i Comuni. Non vogliamo peggiorare la qualità della vostra vita ma cercare di migliorare i servizi e le prestazioni in tutti i settori e difendere i vostri diritti. Oggi – continua il primo cittadino gravinese - non è più possibile perché si preferisce togliere ai Comuni, invece di andare a vedere dove le risorse si sprecano realmente. Lo Stato continua a sprecare e noi siamo costretti ad aumentare la tasse o a chiudere i servizi. Ho deciso di far sapere a che punto siamo arrivati perché ognuno di Voi possa rendersi conto che la protesta che i Comuni e l’ANCI stanno facendo non è la protesta della “casta” ma di chi lavora seriamente per rendere i nostri Comuni sempre più solidi, competitivi e vivibili”.

  1. Più visti
  2. Rilevanti
  3. Commenti

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI