"Un giorno da modella" premia la grazia e la simpatia

Habita e sposa

Serata di spettacolo quella di ieri in città: da un lato fari accesi sugli spalti dello stadio Massimino, per “Catania-Milan”; dall’altro luci, musica e fashion wedding in passerella, con la gran sfilata del sabato sera che ha visto protagoniste 14 future spose, emozionate come se fosse il giorno del “sì”. L’occasione è stata la finalissima di “Un giorno da modella”, l’esclusivo concorso di Habita e Sposa che, grazie alla sinergia con la rivista “White Magazine”, ha realizzato il sogno di giovani e graziose promesse spose che hanno indossato abiti nuziali da favola degli atelier più “in” della città. Dopo la due-giorni di casting – con oltre 50 aspiranti mannequin - ieri sabato 29 gennaio – un’attenta giuria d’eccezione ha decretato reginetta della serata la ventunenne Chiara Saitta, prossima alle nozze del 18 giugno prossimo. Ai casting si è definita solare, divertente e allegra: per lei in premio il prezioso abito messo in palio da Blanco Atelier.

Simpatia, grazia, portamento e quel pizzico di autoironia che non guasta mai: questi gli ingredienti che hanno condito il galà condotto da Ruggero Sardo, e curato in ogni dettaglio dal fashion producer romano Antonio Falanga, con il look curato da Modhair.

Sono stati giorni intensi, emozionanti e anche un po’ frenetici, ma soprattutto divertenti, come ha commentato in passerella l’editrice di “White Magazine”, nonché ideatrice del concorso Rita Rabassi: «È stato un gioco coinvolgente, le ragazze hanno provato l’emozione di indossare l’abito dei sogni e di sentire tutti gli occhi addosso proprio come accade nel giorno del matrimonio. A Catania troviamo sempre “candidate” raggianti e belle. Ma ciò che conta è che sono tutte vincitrici». Spettatore d’eccezione, accompagnato dalla famiglia, l’ex bomber del Calcio Catania Gionatha Spinesi.

Il Salone dell’arredamento e del matrimonio ha regalato altri momenti di alto spettacolo, come quello offerto dal giovane talento catanese Claudio Di Mari che ha raccontato la Sicilia attraverso il fascino delle sue creazioni, indossate da 10 manichini che ruotavano attorno al sarto “di una volta” con un primo piano su quelle mani custodi di sapienza, artigianalità, tradizione, essenza di un’isola dalle infinite sfaccettature e che infiniti capolavori artistici ha ispirato nei secoli.

A pochi metri di distanza tutti pazzi per il wed casting point allestito all’interno del Salone, il primo in assoluto in Sicilia, che ha dato il via a una serie di selezioni “on tour” in giro per l’Isola. Ad iscriversi sono state oltre 200 coppie di futuri sposi, per partecipare alla prima web fiction dedicata alle nozze.

«Ci piace emozionarci dietro le quinte – hanno commentato entusiasti gli organizzatori Alessandro Lanzafame e Barbara Mirabella – e appurare con soddisfazione che Habita e Sposa è un evento completo e coinvolgente che regala intrattenimento, dispensa consigli e invita al relax, soprattutto nel week end. Domani si concluderà un’edizione che non dimenticheremo, che ci ha impegnato particolarmente e che per questo segna ancora di più un successo. Un successo che dobbiamo anche al lavoro incessante del nostro instancabile staff». La giuria, guidata dal presidente Silvio Ontario, era composta da Salvo Pogliese, Rita Rabassi, Antonio Cristaldi di Modhair, Alessandro Lanzafame, Barbara Mirabella e dagli editori: Salvatore Caracciolo per Tuttosposi, Giuseppe Sambataro per Sposarreda, Filippo Mannino per Le Nozze Magazine, Fabio Giordano responsabile commerciale I Love Sicilia Wedding.

Accanto alla vincitrice, la seconda classificata Maria Rosaria Ali – che ha vinto una settimana presso Ora Hotel a Zanzibar e la terza Marlen Privitera si è aggiudicata la coppia di fedi Polello. I bouquet che hanno accompagnato il defilé sono stati curati da: Pantha Rei e Michelangelo Finocchiaro Flower designer.

 

Per favorire una maggiore navigabilità del sito si fa uso di cookie, anche di terze parti. Scrollando, cliccando e navigando il sito si accettano tali cookie. LEGGI